piano di risanamento

Tribunale di Venezia - Richiesta di scioglimento o sospensione dei contratti bancari in sede di proposta di concordato con riserva.

Tribunale di Venezia 20 gennaio 2015 – Pres. Farini – Est. Fidanzia.

Concordato con riserva Istanza di scioglimento o  sospensione dei contratti in corso di esecuzione – Ammissibilità – Favor per l'accesso al concordato – Sacrificio degli interessi dei creditori.

Domanda di  ammissione al concordato con riserva – Richiesta ex art. 169 bis L.F. - Precisazione dell'indennizzo eventuale – Presupposto di ammissibilità -  Necessario solo in sede di deposito del piano.

Data di riferimento: 
20/01/2015

Corte d’Appello di Venezia – Natura e caratteristiche del procedimento ex art. 173 L.F. Crediti IVA dell’erario. Compensazione delle spese giudiziali.

 

Corte d’Appello di Venezia, 30 ottobre 2014 – Pres. Rossi - Est. Santoro.

 

Concordato preventivo – Revoca – Dichiarazione di fallimento – Udienza ex art. 173 L.F. – Sub-procedimento – Art. 15 L.F. – Termine a difesa – Stato di crisi.

 

Concordato preventivo – Revoca – Dichiarazione di fallimento – Impugnazione – Reclamo – Piano di risanamento – Crediti IVA dell’erario – Nuova domanda di concordato.

 

Data di riferimento: 
30/10/2014

Trib. di Bologna – Sindacato del trib. in sede di omologazione di un concordato preventivo con continuità, in forma mista ed ammissibilità della previsione della devoluzione della fase liquidatoria , quale assuntore, ad una società di nuova costituzione

Tribunale di Bologna 14 ottobre 2014 -  Pres. Liccardo – Est. Velotti.

Concordato preventivo – Sindacato del tribunale – Controllo di legittimità della fattibilità  del piano – Poteri del Tribunale - Valutazione dei creditori.

Concordato preventivo in continuità  “misto” - Liquidazione demandata ad un assuntore – Conferimento in trust delle quote dell'attivo – Ammissibilità.

Data di riferimento: 
14/10/2014

Tribunale di Mantova – Obbligo informativo in ipotesi di proposta di concordato preventivo con continuità aziendale indiretta e cessione parziale dei beni.

Tribunale di Mantova 09 ottobre 2014 – Pres. Affanni – Est. De Simone.

Concordato preventivo – Omologazione –  Verifiche di competenza del Tribunale.

Concordato misto liquidatorio/in continuità – Alienazione parziale dei beni – Ammissibilità – Relazione del professionista – Valutazione della preferibilità rispetto alla liquidazione.

Concordato misto – Alienazione parziale – Proposta a contenuto libero - Inapplicabilità art. 2740 c.c. -  Informativa completa per i creditori.

Data di riferimento: 
09/10/2014

Tribunale di Torino – Il reato di cui all’art. 236 bis L.F. e la consapevole violazione dell’incarico da parte del professionista attestatore.

 

Tribunale di Torino 16 luglio 2014   - Est. Macchioni

 

Concordato preventivo - Attestazione del professionista –  Ipotesi di reato di cui all’art. 263 bis L.F. – Dolo generico dell’attestatore desumibile dalla sua stessa qualifica professionale.

 

Data di riferimento: 
16/07/2014

Tribunale di Ravenna - Piano attestato ex art.67 L.F. e nomina del professionista.

Tribunale Ravenna, 13 settembre 2011 - - Pres., est. Gilotta.

Piano attestato di risanamento - Articolo 67, comma 3, lett. d), L.F. - Nomina del professionista attestatore - Competenza.

Il piano attestato di risanamento di cui all'articolo 67, comma 3, lett. d), legge fallimentare ha natura contrattuale, per cui la nomina del professionista che ne deve attestare la ragionevolezza non può che spettare al debitore. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

Segnalazione del Dott. Alessandro Farolfi

Data di riferimento: 
13/09/2011

Tribunale di Verona - Piano di risanamento, nomina dell'esperto attestatore e rilevanza del richiamo all’art. 2501 bis c.c..

Tribunale Verona, 27 luglio 2011 - - Pres., est. Platania.

Piano attestato di risanamento - Nomina dell'esperto attestatore - Individuazione da parte dell'imprenditore - Requisiti - Rilevanza del richiamo dell'art. 2501 bis c.c..

Data di riferimento: 
27/07/2011

Tribunale di Reggio Emilia - Invalidità del trust funzionale all'applicazione dell'art. 10 l.f.

Tribunale di Reggio Emilia, 14 marzo 2011 - dott. Giovanni Fantidini

Non ogni trust é valido ed efficace in quanto tale, é indispensabile perciò esaminare l'atto costitutivo di trust per comprendere il programma negoziale che si è prefisso il disponente e valutare la meritevolezza degli interessi sottesi a tale atto, oltre che l'eventuale possibilità di raggiungere i medesimi obiettivi con istituti di diritto interno.

Data di riferimento: 
14/03/2011

Tribunale di Roma - Nomina del perito attestatore ex art. 67 comma 3°, lett. d) l.f.

Tribunale di Roma, 23 febbraio 2011 - Pres. Monsurrò - Est. Di Marzio.

Il generico richiamo dell'art. 67, terzo comma, lett. d, LF, all'art. 2501 bis, quarto comma, c.c. concerne esclusivamente la relazione attestativa di un piano aziendale di risanamento, e non altri e diversi profili, quali la procedura di nomina del professionista che dovrà svolgere la verifica di veridicità e formulare il giudizio di ragionevolezza. (Irma Giovanna Antonini - Riproduzione Riservata)

Data di riferimento: 
23/02/2011

Tribunale Bergamo - Nomina del professionista attestatore del piano di risanamento ex art. 67, comma 3, lett. d) l.f..

Tribunale Bergamo, 17 febbraio 2011 - - Pres., est. Siniscalchi.

Piano di risanamento ex art. 67, comma 3, lett. d) l.f. - Nomina dal professionista attestatore - Assegnazione di un termine per l'espletamento dell'incarico.

Segnalazione dell'Avv. Franco Vidi

(Provvedimento, titolo e massima tratti dalla rivista on-line www.ilcaso.it - Riproduzione riservata)

Data di riferimento: 
17/02/2011

Pagine