interessi

Corte di Cassazione – Riconoscimento degli interessi moratori ex D. Lgs. 231/2002, maturati anteriormente alla dichiarazione di fallimento.

 

Corte di Cassazione, Sez. IV civ., 05 maggio 2016 n. 8979 – Pres. Ragonesi, Rel. Genovese.

 

Fallimento – Interessi moratori – Periodo anteriore all’accertamento dell’ insolvenza – Riconoscimento -  Divieto ex art. 1, lettera a) del  D. Lgs. 231/2002 – Operatività limitata al periodo successivo.

 

Data di riferimento: 
05/05/2016

Tribunale di Rovigo – Inopponibilità al fallimento di un credito bancario portato da un D.I. privo della dichiarazione di esecutività. Insinuazione al passivo di CMS ed interessi anatocistici: condizione di ammissibilità.

 

Tribunale di Rovigo, 04 maggio 2016 - Pres. D'Amico, Rel. Bettio.

 

Fallimento – Insinuazione al passivo – Credito portato da D.I. non esecutivo – Inopponibilità al fallimento.

 

Concordato preventivo non ammesso – Fallimento – Consecuzione delle procedure – Stato di insolvenza - Sussistenza ab origine – Condizione necessaria.

 

Data di riferimento: 
04/05/2016

Tribunale di Torino – Presupposti dell’azione revocatoria in caso di pagamenti effettuati dal debitore, ante fallimento, mediante emissione di assegni post datati. Obbligazione restitutoria e interessi.

 

Tribunale di Torino 02 marzo 2016 - Est. Di Capua.

 

Fallimento – Pagamenti da parte del debitore – Emissione di assegni post datati – Mezzi normali di pagamento – Revocabilità ex art. 67, primo comma, n. 2 L.F. – Esclusione.

 

Fallimento - Pagamento di debiti liquidi ed esigibili – Utilizzo di assegno bancario - Revocabilità ex art. 67, secondo comma, L.F. – Periodo sospetto di sei mesi – Data dell’incasso – Momento decisivo – Data della consegna del titolo – Irrilevanza.

 

Data di riferimento: 
02/03/2016

Tribunale di Rimini – Fallimento: inammissibilità del riconoscimento ai creditori di interessi commerciali.

 

Tribunale di Rimini 02 febbraio 2015 - Presd. Talia, Est. Bernardi

 

Procedure concorsuale – Art.1, 2° comma, lettera a) del D.Lgs. 231/2002 –  Debiti oggetto della procedura - Interessi sulle transazioni commerciali – Inapplicabilità sin dall’origine – Inapplicabilità dal solo momento della declaratoria fallimentare - Limitazione non prevista - Necessario rispetto del dato letterale.

 

Data di riferimento: 
02/02/2015

Tribunale di Milano – Non estraneità al concordato dei creditori strategici di cui all'art. 182 quinquies,T comma 4, L.F. - Loro esclusione dal voto o loro partecipazione solo parziale.

 

Tribunale di Milano 22 dicembre 2014 – Pres. Simonetta Bruno – Est. D’Aquino

 

Concordato preventivo con continuità aziendale – Creditori strategici – Assoggettabilità alla disciplina concordataria – Conseguenze.

 

Concordato preventivo con continuità aziendale – Creditori funzionali – Esclusione dal voto se  integralmente soddisfatti – Partecipazione al voto per la parte non soddisfatta.

 

Data di riferimento: 
22/12/2014

Tribunale di Milano – Concordato preventivo, rapporti pendenti, scadenza dei debiti concorsuali, dilazione di pagamento.

 

Tribunale di Milano, 4 novembre 2014 – Pres. F. Mammone – Rel. F. D’Aquino.

 

Concordato preventivo – Contratti a prestazioni corrispettive – Rapporti pendenti – Esecuzione prestazione caratteristica – Art. 72 L.F. – Scadenza debiti concorsuali – Presentazione della domanda di concordato – Art. 55, comma 2, L.F.

 

Concordato preventivo – Concordato con continuità aziendale – Scadenza debiti concorsuali – Presentazione della domanda di concordato – Art. 55, comma 2, L.F.

 

Data di riferimento: 
04/11/2014

Corte di Cassazione – Estensione del privilegio ipotecario agli interessi: limiti.

 

Corte di Cassazione, Sezione III – n. 23164/2014 del 31 ottobre 2014Presidente Salmè, Rel. Barreca 

 

Privilegio ipotecario – Art. 2855 secondo comma c.c. – Interessi corrispettivi – Ammissibilità – Interessi moratori – Esclusione.

 

Privilegio ipotecario ex art. 2855, terzo comma, c.c. – Interessi corrispettivi o moratori – Estensione.

 

Data di riferimento: 
31/10/2014

Tribunale di Udine – Incidenza del tasso di mora sulla determinazione del tasso effettivo globale annuo al fine dell'accertamento del superamento della soglia d'usura, con conseguente applicazione dell'art. 1815, secondo comma, c.c.

 

Tribunale di Udine, Seconda sezione civile, 26 settembre 2014 – Giudice Massarelli.

 

Tasso di interesse usurario  - Determinazione –   Remunerazioni richieste al cliente - Interessi moratori – Necessaria inclusione.

 

Soglia dell'usura – Rilevazioni periodiche della Banca d'Italia – Determinazione del TEGM -  Crierio basato sulla natura e tipologia del credito – Tasso medio di mora – Non incidenza.

 

Data di riferimento: 
26/09/2014

Tribunale di Udine – Prova dello stato di insolvenza mediante indizi gravi precisi e concordanti ed esenzione da revocatoria fallimentare dei pagamenti effettuati nei termini d’uso.

Tribunale di Udine, sez. II, 5 gennaio 2014 – Dott. Pellizzoni.

 

Fallimento – Revocatoria fallimentare – Stato di insolvenza – Prova – Indizi gravi, precisi e concordanti – Notizie di stampa – Messa in liquidazione della società – Sistematico ritardo nei pagamenti.

 

Data di riferimento: 
05/01/2014

Tribunale di Udine – Prova indiziaria della conoscenza dello stato di insolvenza ed ipotesi di esenzione dalla revocatoria ex art. 67, terzo comma, lettera a) L.F.

Tribunale di Udine, Sez. II Civile, n. 2692/012 del  03 gennaio 2014   - Giudice Unico Gianfranco Pellizzoni.

Revocatoria fallimentare – Indizi di conoscenza dello stato di insolvenza – Ipotesi specifiche.

Revocatoria fallimentare – Ipotesi di esclusione ex art. 67, terzo comma, lettera a) L.F. - Prassi comune e prassi singola.

Società in liquidazione -  Pagamenti delle forniture  - Revocatoria – Area dell'esenzione.

Prassi dei pagamenti – Rapporti continuativi e occasionali  - Termini convenzionali e legali –  Applicabilità.

Data di riferimento: 
03/01/2014

Pagine