Tribunale di Udine – Procedura comunitaria: chiusura della sede italiana, assenza di dipendenza italiana e impossibilità di aprire una procedura secondaria.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
02/12/2013

Tribunale di Udine, 2 dicembre 2013 – Pres. dott.ssa Bottan Griselli, rel. dott. Massarelli

 

Procedura comunitaria – Litispendenza internazionale – Procedura secondaria – Sede secondaria in loco – Attualità – Necessità.

 

Ove un’impresa avente la sede principale in un diverso stato membro sia ivi stata sottoposta ad una procedura concorsuale, ai fini dell’apertura di una procedura secondaria in Italia è necessario che vi sia una dipendenza nel territorio italiano, presupposto che non si verifica ove la sede (secondaria) italiana sia dissolta e chiusa, con conseguente attuale assenza di una dipendenza (italiana), nel senso di cui all’art. 2, lett. h, reg. CE 1346/2000. (Giulia Gabassi – Riproduzione riservata)

 

Provvedimento segnalato dall'avv. Magda Troiani

Uffici Giudiziari: 
AllegatoDimensione
PDF icon Tribunale di Udine 2 dicembre 2013.pdf804.05 KB