Tribunale di Livorno – Assoggettabilità delle società in house alla procedura di concordato preventivo.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
08/03/2017

Tribunale di Livorno, Sez. Fallimentare 08 marzo 2017 – Pres. Luigi Nannipieri, Rel. Gianmarco Marinai, Giud. Franco Pastorelli.

Concordato preventivo – Recente decisione della Cassazione –Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica – Prese di posizione decisive - Società in house – Assoggettabilità alla procedura.

Alla luce della recente sentenza della Corte di Cassazione, Sez. I, n. 3196 del 7 febbraio 2017, che si è pronunciata nel senso della fallibilità delle società partecipate dagli enti locali costituite in forma di società di capitali, e alla luce di quanto previsto dal D. Lgs. 19 agosto 2016 n. 175 che, all’art. 14, ha stabilito che le società a partecipazione pubblica sono soggette a fallimento e alle altre procedure concorsuali e all’art. 16, disciplinando le società in house, non ha inserito alcuna deroga a tale principio generale, si deve ritenere che anche queste ultime siano pacificamente assoggettabili alla procedura di concordato preventivo. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

[cfr. Corte di Cassazione, Sez. I, n. 3196 del 7 febbraio 2017 in questa rivista https://www.unijuris.it/node/3508]   

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/16972.pdf

 

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: