Corte di Cassazione (27743/2017) - Simulazione di atto di compravendita immobiliare e valore della quietanza rilasciata dal fallito in bonis nei confronti del fallimento.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
22/11/2017

Cassazione civile, sez. VI, 22 Novembre 2017, n. 27743. Pres. Frasca, rel. Vincenti.

Simulazione di atto di compravendita - Quietanza rilasciata dal fallito in bonis - Confessione giudiziale nei confronti del fallimento - Esclusione

Il curatore fallimentare che deduce in giudizio la simulazione della quietanza rilasciata dal fallito in bonis rappresenta la massa dei creditori, e non il fallito, sicché la quietanza stessa non vale, nei confronti del fallimento, come confessione stragiudiziale dell'avvenuto pagamento.[Nel caso in esame il fallendo aveva alienato un bene immobile ad un parente continuando a risiedere nell’immobile stesso e dando quietanza di un pagamento in relazione al quale non vi era prova dell’effettivo versamento dell’importo].

 

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/18705.pdf

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: