Corte di Cassazione (27143/2017) – Non interrompibilità del giudizio di Cassazione a seguito dell’intervenuto fallimento.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
15/11/2017

Cassazione civile, sez. I, 15 Novembre 2017, n. 27143. Pres. Maria Cristina Giancola, rel. Antonio Valitutti.

Art. 43 l.fall. - Apertura del fallimento - Interruzione del processo - Applicabilità nel giudizio di cassazione – Esclusione.

L'intervenuta modifica dell'art. 43 l.fall. per effetto dell'art. 41 del d.lgs. n. 5 del 2006, nella parte in cui stabilisce che "l'apertura del fallimento determina l'interruzione del processo", non comporta l'interruzione del giudizio di legittimità, posto che in quest'ultimo, in quanto dominato dall'impulso d'ufficio, non trovano applicazione le comuni cause di interruzione del processo previste in via generale dalla legge. (massima ufficiale)

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/18817.pdf

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: