Corte di Cassazione (12864/2016) – Misura e criteri di liquidazione dell’indennizzo al fallito quale equa riparazione del danno da irragionevole durata della procedura concorsuale.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
21/06/2016

Cassazione civile, sez. VI, 21 Giugno 2016, n. 12864. Pres., rel. Felice Manna.

Indennizzo al fallito per equa riparazione per irragionevole durata della procedura concorsuale – Misura e criteri di liquidazione.

Ai fini dell'equa riparazione, l'irragionevole durata della procedura concorsuale di per sé non causa al fallito un lucro cessante, in quanto egli non è privato della capacità di svolgere attività lavorativa, né l'eventualità che i proventi siano appresi all'attivo fallimentare rappresenta un danno ingiusto. (massima ufficiale)

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/19081.pdf

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: