Corte di Cassazione (15796/2018) - Azione revocatoria di rimesse bancarie promossa da una società in amministrazione straordinaria e problematiche relative alla "scientia decoctionis".

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
15/06/2018

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. -1, 15 giugno 2018 n. 15796 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Aldo Angelo Cometta.

Amministrazione straordinaria – Rimesse bancarie – Azione revocatoria – Giudice – Stato di insolvenza della debitrice – Conoscenza da parte della banca – Plurimi riscontri – Mancanza di protesti –  Rapporti con altre banche – Irrilevanza.

Amministrazione straordinaria – Rimesse bancarie – Azione revocatoria –– Stato di insolvenza della debitrice – Bilanci della società debitrice -  Conoscenza da parte della banca – Presunzione – Conoscenza anche della scientia decoctionis – Conseguente deduzione - Divieto della "doppia presunzione" – Violazione esclusa – Unicità della presunzione.

Non costituiscono circostanze idonee, ove sussistenti, ad escludere, in quanto tali, la conoscenza da parte di una banca, nei cui confronti una società in amministrazione straordinaria abbia proposto un'azione revocatoria di rimesse di conto corrente ai sensi dell'art. 67, secondo comma, L.F., dello stato di insolvenza del debitore, come valutata dalla Corte territoriale sulla base di una serie nutrita di elementi di fatto, tra loro decisamente convergenti, l'ipotetica mancanza di protesti o di segnalazione alla Centrale Rischi, come pure la constatazione che la convenuta non era l'unica banca ad intrattenere rapporti con la società fallita, allorchè in bonis. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

La consapevolezza da parte di una banca, convenuta in revocatoria, dello stato di insolvenza della  società debitrice, come desunta dalla sua conoscenza, provata per presunzioni, dei bilanci della stessa debitrice, non costituisce violazione del divieto della cosiddetta "doppia presunzione", in quanto costituisce una mera conseguenza logica della ritenuta conoscenza dei bilanci, con la conseguenza che si è al cospetto di un'unica presunzione, sia pure articolata su autonome circostanza di fatto. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://www.fallimentiesocieta.it/sites/default/files/Cass.%20Civ.%2015796.2018_0.pdf

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: