Tribunale di Verona – Procedimento ex art. 14 ter L.3/2012: necessità di inserimento nello stato passivo del compenso del notaio nella procedura esecutiva immobiliare estinta.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
21/08/2018

Tribunale di Verona,  Sez. Fall., 21 agosto 2018 – Pres. Silvia Rizzuto, Rel. Pier Paolo Lanni, Giud. Luigi Pagliuca.

Crisi da sovraindebitamento – Procedimento ex art. 14 ter l.3/2012 –  Compenso del notaio nell‘esecuzione immobiliare estinta – Verifica del liquidatore ed inserimento nello stato passivo ex artt. 14 septies e 14 octies L.3/2012 - Necessità.

Il compenso del notaio delegato alle operazioni di vendita nell'ambito di una procedura esecutiva immobiliare estinta a seguito del'apertura di un procedimento ex art 14 ter L.3/2012, deve essere verificato dal liquidatore ed inserito nello stato passivo secondo le regole previste dagli artt. 14 septies e 14 octies L.3/2012 per poi essere pagato secondo le regole del concorso. (Francesco Gabassi - Riproduzione riservata)

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/20437.pdf

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: