Tribunale di Firenze – Atto di segregazione posto in essere dal garante per salvaguardare il buon esito di un concordato preventivo promosso dal garantito. Non esperibilità dei suoi confronti del c.d. pignoramento revocatorio.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
20/11/2018

Tribunale di Firenze, Sez. III civ., 20 novembre 2018 – Gudice dell'Esecuzione Pasqualina Principale.

Concordato preventivo – Omologazione – Obbligatorietà per i creditori – Azioni esecutive - Esperimento nei confronti dei fideiussori – Ammissibilità -  Limite operativo.

Concordato preventivo – Debitore garantito – Proposizione – Tribunale - Omologazione – Garante  - Atto di destinazione ex art. 2645 ter c.c. - Segregazione immobiliare - Scopo – Salvaguardia dell'esito del concordato – Creditore - Pignoramento revocatorio – Non esperibilità.

L'art. 184 L.F. consente, in astratto, di agire in executivis nei confronti del garante anche a fronte di un concordato che interessa il garantito, ma con un limite operativo rappresentato, ai sensi di quella norma, dalla concreta disponibilità del bene. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

L'atto di segregazione immobiliare ex art. 2645 ter c.c., posto in essere dal fideiubente che sia volto a salvaguardare il buon esito di un concordato preventivo promosso dal debitore principale da lui garantito, si deve ritenere che risulti idoneo, laddove anteriormente trascritto, a paralizzare il c.d. "pignoramente revocatorio"ex art. 2929 bis c.c. che venga successivamente promosso nei  suoi confronti dal creditore del fideiubato, in quanto tale procedura risulta, ai sensi di detta disposizione, esperibile solo nell'ipotesi che quell'atto di destinazione risulti  formalmente e sostanzialmente gratuito, mentre, in quel caso specifico, risulta essere stato posto in essere per una "causa solvendi", ossia allo scopo di adempiere all'obbligazione garantita, e non per una "causa donandi" [ad avviso del tribunale,  quel creditore deve, perciò, trovare necessariamente soddisfazione  in ambito concorsuale]. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/20925.pdf  

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: