Corte di Cassazione (26641/2018) – Scioglimento da parte del curatore da un preliminare di vendita: inopponibilità al promissario acquirente, che abbia, prima del fallimento del promittente, trascritto una domanda ex art. 2932 c.c., poi accolta.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
22/10/2018

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 22 ottobre 2018 n. 26641 – Pres. Rosa Maria Di Virgilio, Rel. Paola Vella.

Preliminare di vendita – Mancato adempimento – Promissario acquirente – Domanda ex art. 2932 c.c. - Trascrizione – Successivo fallimento del promittente venditore – Curatore – Scioglimento ex art. 72 L.F. - Accoglimento della domanda ex art. 2932 c.c. – Trascrizione – Retrodatazione degli effetti -  Inopponibiltà dello scioglimento  - Bene sottratto all'attivo.

Anche qualora il curatore, a seguito del fallimento del promittente venditore di un immobile, opti ai sensi dell'art. 72 L.F., come gli è consentito,  per lo scioglimento del contratto preliminare, si deve ritenere che quel bene risulti comunque sottratto all'attivo fallimentare laddove il promissario acquirente abbia, prima della dichiarazione del fallimento del venditore, trascritto una domanda ex art. 2932 c.c., che trovi poi accoglimento, volta ad ottenere una sentenza che produca gli effetti del contratto di compravendita non definitivamente concluso; ciò in quanto, a norma dell'art. 2652, primo comma n. 2, c.c., la trascrizione della sentenza di accoglimento di quella domanda prevale sull'iscrizione della sentenza di fallimento nel registro delle imprese  anche se trascritta successivamente a questa,  in quanto la stessa retrogisce al momento della trascrizione della domanda. [Per la Suprema Corte quindi "il giudice può accogliere la domanda ex art. 2932 c.c. pure a fronte della scelta del curatore di recedere dal contratto, con una sentenza che, se trascritta, retroagisce alla trascrizione della domanda stessa e sottrae, in modo opponibile al curatore, il bene della massa attiva del fallimento"] (Pierluigi Ferrini – riproduzione riservata)

[cfr. in questa rivista: Cassazione civile, Sez. I, 31 luglio 2017 n. 19010 https://www.unijuris.it/node/3699 ]

http://mobile.ilcaso.it/sentenze/ultime/20712

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: