Corte di Cassazione (12064/2019) – Estensione dei sindacato del tribunale in sede di omologa di un accordo di ristrutturazione dei debiti e, in particolare, in sede di sindacato sulle istanze di misure protettive a trattative in corso.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
08/05/2019

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 08 maggio 2019, n. 12064 – Pres. Antonio Didone, Rel. Francesco Terrusi.

Accordo di ristrutturazione dei debiti – Omologa -  Sindacato del tribunale  - Estensione – Controllo formale e sostanziale – Analogia con la pronuncia sulle  istanze di misure protettive.

In sede di omologa dell'accordo di ristrutturazione dei debiti, il sindacato del tribunale non è limitato ad un controllo formale della documentazione richiesta, ma comporta anche una verifica di legalità sostanziale compresa quella circa l'effettiva esistenza, in termini di plausibilità e ragionevolezza, della garanzia del pagamento integrale dei creditori estranei all'accordo nei tempi previsti per legge (Massima ufficiale) [nello specifico, la Corte ha precisato di essersi  già occupata in precedenza del similare profilo del sindacato giurisdizionale sulle istanze di misure protettive, e di avere, anche in quel caso, ritenuto che il tribunale, per addivenire alla pronuncia ex art. 182 bis, settimo comma, L.F. del divieto di iniziare o proseguire le azioni cautelari  o esecutive, non possa limitarsi solo ad un mero controllo formale della documentazione richiesta, ma debba altresì procedere ad una verifica anche sostanziale sulla  ricorrenza dei presupposti per pervenire a un accordo di ristrutturazione con le maggioranze di cui al primo comma, "oltre che delle condizioni per l'integrale pagamento dei creditori con i quali non sono in corso trattative o che hanno comunque negato la propria disponibilità a trattare"] (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/21855.pdf

[cfr. in questa rivista: Corte di Cassazione, Sez. I civ., 19 giugno 2018, n. 16161  https://www.unijuris.it/node/4294e, con riferimento anche all'analoga ipotesi del sindacato giurisdizionale sulla fattibilità del concordato preventivo, di cui per la Corte l'accordo di ristrutturazione partecipa  la natura di procedura concorsale:  Corte di Cassazione, Sez. I civ., 18 gennaio 2018, n. 1182 https://www.unijuris.it/node/3909; Corte di Cassazione, Sez. I civ., 24 agosto 2018, n. 21175  https://www.unijuris.it/node/4353; Sez. VI civ., 09 marzo 2018, n. 5825 https://www.unijuris.it/node/4026; Sez. I civ., 21 giugno 2018, n. 16347 https://www.unijuris.it/node/4337  e 12 aprile 2018, n. 9087 https://www.unijuris.it/node/4062].

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: