Corte di Cassazione (17640/2019) – Insinuazione al passivo del credito da saldo negativo di conto corrente: onere per la banca istante di depositare gli estratti conto integrali.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
01/07/2019

Corte di Cassazione, Sez.VI civ., 01 luglio 2019, n. 17640 – Pres. Francesco Antonio Genovese, Rel. Aldo Angelo Dometta

Fallimento – Stato passivo – Banca – Credito da saldo negativo di conto corrente – Insinuazione – Deposito degli estratto conto integrali – Presupposto necessario.

In tema di ammissione al passivo fallimentare, nell’insinuare il credito da saldo negativo di conto corrente, la banca ha l’onere di dare conto dell’intera evoluzione del rapporto tramite il deposito degli estratti conto integrali, dovendosi in effetti rendere conto analitico e continuo dello svolgimento dell’intero rapporto di conto corrente, per sua natura caratterizzato dal concorrere tanto di poste attive, quanto di poste passive, alla progressiva formazione del saldo del conto medesimo [nello specifico, la Corte ha precisato che l'estratto posizione rischio autenticato ex art. 50 d.lgs. 385/1993, Testo Unico Bancario, come prodotto dalla banca in sede di insinuazione al passivo, non possedeva, per sua natura, l'analicità propria degli estratti conto trimestrali]. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://bancheclienti.ilcaso.it/sentenze/ultime/22190/bancheclienti

 

[cfr. in questa rivista: Cassazione civile, Sez. I, 12 settembre 2018, n. 22208 https://www.unijuris.it/node/4393 ]

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: