Corte di Cassazione (17793/2012) – Azione per il pagamento dei canoni di affitto, proposta da una società di gestione del risparmio in liquidazione coatta amministrativa: assoggettamento alle regole di competenza ordinarie.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
17/10/2012

Corte di Cassazione, Sez. VI – 3, 17 ottobre 2012, n. 17793 – Pres. Mario Finocchiaro, Rel. Raffaele Frasca.

Società di gestione del risparmio – Sottoposizione a liquidazione coatta amministrativa – Pagamento di canoni di affitto di un'azienda –  Azione di adempimento - Proposizione - Competenza per territorio esclusiva -  Luogo dove la banca ha la sede legale – Esclusione – Azione civile non derivante dalla liquidazione -  Regole di competenza ordinarie – Assoggettamento.

L'azione per il pagamento dei canoni di affitto di un'azienda, proposta da una società di gestione del risparmio in liquidazione coatta amministrativa, non può ritenersi compresa fra "le azioni civili di qualsiasi natura derivanti dalla liquidazione", per le quali il secondo inciso dell'art. 83, comma 3, d.lgs. 1° settembre 1993, n. 385 (applicabile alle SGR in forza del richiamo di cui all'art. 57 del d.lgs. 24 febbraio 1988, n. 58) prevede che "è competente esclusivamente il tribunale del luogo dove la banca ha la sede legale", con la conseguenza che tale azione è soggetta alle regole di competenza ordinarie. (Massima ufficiale)

 

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/22228.pdf  

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: