Corte di Cassazione (6092/2021) – Nel fallimento in estensione ex art. 147, quarto comma, L.F. non trova applicazione nei confronti del socio occulto il termine annuale di cui all'art. 10 L.F.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
04/03/2021

Corte di Cassazione, Sez. VI, 04 marzo 2021, n. 6092 – Presidente Massimo Ferro, Rel. Aldo Angelo Dolmetta.

Fallimento per estensione - Socio occulto - Termine annuale di cui all'art. 10 L.F. - Inapplicabilità -  Fondamento.

In caso di estensione del fallimento al socio occulto, non trova applicazione il termine annuale ai fini della dichiarazione di fallimento di cui all'art. 10 l.fall., in quanto si tratta di beneficio riservato soltanto a coloro che abbiano assolto all'adempimento formale dell'iscrizione,vale a dire a quei soli soggetti cui la norma si riferisce (Massima ufficiale)

[nello specifico, la Corte ha avallato la conclusione cui era giunta la Corte d'Appello che aveva affermato che nessun rilievo risultava  possedere il fatto che il  fallimento per estensione del socio accomandatario occulto di una società in accomandita semplice fosse stato richiesto e dichiarato a distanza di più anni dalla dichiarazione di fallimento di quella società].  (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://mobile.ilcaso.it/sentenze/ultime/25183#gsc.tab=0

[cfr. in questa rivista: Cassazione civile, Sez. I, 06 Marzo 2017, n. 5520 https://www.unijuris.it/node/4105]

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: 
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]
Articoli di riferimento nella legge fallimentare
Vedi anche nel Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza: