Tribunale di Vicenza – Composizione negoziata della crisi e conferma delle misure protettive: possibilità che, laddove non rispondano alla finalità per la quale sono state riconosciute, ne venga abbreviata la durata o vengano revocate.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
18/02/2022

Tribunale Ordinario di Vicenza, Sez. I civ., 18 febbraio 2022 (data della pronuncia) – Giudice designato Giuseppe Limitone.

Composizione negoziata della crisi – Ricorso dell'imprenditore – Tribunale – Conferma delle misure protettive – Fissazione della loro massima durata – Inidoneità a garantire il buon esito delle trattative - Istanza dei creditori - Possibilità che vengano revocate o che ne venga abbreviata la durata – Obbligo da parte dell'esperto di tenere monitorata la situazione – Possibilità che subisca delle modificazioni – Crisi energetica  - Sussistenza – Possibile incidenza negativa sull'attività aziendale come prospettata.

Il giudice nel fissare in 120 giorni le misure protettive e cautelari di cui all’art. 7, comma 4, del D.L. n. 118/2021, di cui l'imprenditore abbia richiesto la conferma, fa presente nel suo dispositivo che le stesse potranno essere eventualmente prorogate fino a un massimo di 240 giorni, e precisa che, comunque, le stesse possono essere revocate o abbreviate nella durata laddove risulti che non rispondono all'obiettivo di assicurare il buon esito delle trattative che il ricorrente si è prefisso di svolgere per addivenire alla composizione negoziata della crisi o appaiano non proporzionate rispetto al pregiudizio arrecato ai creditori che abbiano, ai sensi del comma 6, proposto a tal fine apposita istanza; invita perciò l'esperto, qualora ciò accadesse, a presentare tempestivamente la segnalazione prevista da detta disposizione e nel contempo gli richiede di tenerlo in ogni caso  mensilmente informato laddove la situazione come a quel momento riscontrata dovesse modificarsi a causa del fatto che il pesante aumento dei costi dell'energia potrebbe incidere sull'attività aziendale del ricorrente e sulle  prospettive di concreto recupero della di lui piena solvibilità. (Pierluigi Ferrini – Riproduzione riservata)

http://www.fallimentiesocieta.it/sites/default/files/Trib%20Vicenza.pdf

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: 
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]