prescrizione

Tribunale di Milano – Art. 117, terzo comma, L.F., versione ante novella 2006 : riconoscibilità alla creditrice, già irreperibile, entro i dieci anni dalla chiusura del fallimento, delle somme assegnatele in sede di riparto finale.

Tribunale di Milano, 08 dicembre 2020 – Pres. Irene Lupo,  Rel. Carmelo Barbieri, Giud. Vincenza Agnese.

Fallimento -  Riparto finale - Creditore già irreperibile – Somme depositate ai sensi dell'art. 117, terzo comma, L.F. - Versione anteriore alla riforma del 2006  - Istanza di svincolo delle somme a suo tempo assegnategli – Domanda presentata entro i dieci anni dalla chiusura del fallimento – Accoglibilità.

Data di riferimento: 
08/12/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (26870/2020) - Fallimento e proponibilità da parte del curatore, sia in sede di accertamento del passivo che di opposizione, di un'eccezione revocatoria volta ad escludere il riconoscimento di un credito o di una prelazione.

Corte di Cassazione, Sez. VI, 26 novembre 2020, n. 26870 – Pres. Maria Acierno, Rel. Aldo Angelo Dolmetta.

Fallimento – Curatore – Esame delle domande di insinuazione al passivo – Eccezione revocatoria del curatore – Ammissibilità –  Utilizzabilità anche in sede di opposizione – Proposizione di una revocatoria incidentale – Inammissibilità.

Data di riferimento: 
26/11/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (11983/2020) – Interruzione della maturazione e della prescrizione degli interessi sui crediti chirografari nel corso della procedura fallimentare e differenza rispetto all’amministrazione straordinaria.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 19 giugno 2020, n. 11983 – Pres. Antonio Didone, Rel. Roberto Amatore.

Dichiarazione di fallimento – Effetto che ne consegue a fini concorsuali – Crediti chirografari - Sospensione del decorso di interessi in corso di procedura – Maturazione degli stessi – Prosecuzione - Chiusura della procedura – Diritti sostanziali e processuali che li riguardano – Possibilità del libero esercizio.

Data di riferimento: 
19/06/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (10093/2020)- Amministrazione straordinaria: termine di prescrizione dell'azione di responsabilità nei confronti del commissario straordinario che si sostenga essere venuto meno al suo incarico professionale.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 28 maggio 2020, n. 10093 – Pres. Carlo De Chiara, Rel. Paola Vella.

Amministrazione straordinaria - Commissario straordinario - Espletamento dell'incarico professionale  - Dovere di diligenza  - Inosservanza -  Violazione di obblighi legali in una situazione di contatto qualificato -  Forma particolare di obbligazione di tipo contrattuale - Azione di responsabilità promossa nei suoi confronti - Termine decennale di prescrizione – Applicabilità.  

Data di riferimento: 
28/05/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (34447/2019) – Competenza del giudice ordinario (giudice delegato e tribunale) e non del giudice tributario a decidere della prescrizione dei crediti tributari maturata dopo la notifica della cartella di pagamento.

Corte di Cassazione, Sez. Unite Civili, 24 dicembre 2019, n. 34447 -Pres. Pietro Curzio, Rel.Antonio Pietro Lamorgese.

Fallimento – Credito tributario – Notifica della cartella di pagamento – Prescrizione maturata successivamente – Curatore - Eccezione sollevata in sede di ammissione al passivo – Verifica -   Cognizione devoluta al giudice delegato o, in sede di opposizione, al tribunale.  

Data di riferimento: 
24/12/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (17594/2019) – Credito del legale prededucibile insinuato in forma tardiva ed accertamento del passivo.

Corte di Cassazione, sez. I, 28 Giugno 2019, n. 17594. Est. Paola Vella.

Crediti prededucibili - Verifica dello stato passivo - Condizioni - Domanda tardiva - Termini di decadenza ex art. 101 l.fall. - Applicabilità

Data di riferimento: 
28/06/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (16123/2019) – Esclusione della decorrenza delle prescrizioni presuntive di pagamento in corso di fallimento. Non deferibilità del giuramento decisorio nei confronti del curatore.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 14 giugno 2019, n. 16123 - Pres. Antonio Didone, Est. Aldo Angelo Dolmetta.

Domanda di insinuazione al passivo di un credito - Prescrizione presuntiva di avvenuto pagamento - Periodo trascorso a far tempo dalla dichiarazione di fallimento - Frazione  temporale da non prendersi in considerazione.

Data di riferimento: 
14/06/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (5663/2019) - Concordato preventivo con cessione dei beni e sospensione della prescrizione dei crediti ex art. 2941, n. 6, c.c.: inapplicabilità.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 26 febbraio 2019 n. 5663 – Pres. Antonio Didone, Rel. Alberto Pazzi.

Concordato preventivo con cessione dei beni -  Prescrizione dei crediti – Art. 2941, n.6, c.c. - Sospensione per rapporti tra creditori e debitore – Inapplicabilità – Liquidatore – Amministrazione dei beni ceduti – Titolarità  - Rispetto delle direttiva del tribunale.

Data di riferimento: 
26/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Cassazione civile – Revoca del fallimento e prescrizione dei crediti oggetto di insinuazione.

Cass. Civ., sez. lav., 25 febbraio 2019, n. 5428 – rel. dott. Roberto Bellè

Fallimento – Revoca – Crediti insinuati – Prescrizione.

La revoca del fallimento lascia impregiudicato l’effetto interruttivo del decorso del termine prescrizionale del credito prodotto dalle domande di insinuazione. (Giulia Gabassi – Riproduzione riservata)

 

http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/21557.pdf

Data di riferimento: 
25/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine