concordato preventivo, Tribunale di Parma

Tribunale di Parma – Inapplicabilità all’azione pauliana di cui all’art. 2901 c.c. del principio della “par condicio creditorum”.

 

Tribunale di Parma 28 luglio 2014 – Est. Cicciò

 

Concordato preventivo – Fideiussore del debitore – Alienazione di  immobili – Trust – Scopo – Estinzione debiti propri e del debitore principale – Art. 2901 c.c. -  Non assoggettabilità a revocatoria ordinaria.

 

Data di riferimento: 
28/07/2015

Tribunale di Parma – Prededucibilità ex art. 111 L.F. nel successivo fallimento dei crediti del legale per le prestazioni eseguite nella procedure di concordato.

Tribunale di Parma, 31 dicembre 2013 – Pres. Mari, Rel. Cicciò.

Fallimento – Concordato preventivo – Conversione di procedure – Crediti sorti nel corso della procedura concordataria – Prededuzione ex art. 111 L.F. nel successivo fallimento – Principio di stabilità degli atti – Tutela dell’affidamento dei terzi – Crediti del legale per le prestazioni eseguite nella procedure di concordato – Prededucibilità.

Data di riferimento: 
31/12/2013

Trib. Parma - Mancata accettazione della rinuncia alla domanda di concordato preventivo e presentazione di nuova proposta.

Tribunale Parma, 02 ottobre 2012 - Pres. Piscopo - Est. Rogato.

Concordato preventivo - Procedimento - Rinuncia agli atti del proponente - Applicazione dell'articolo 306 c.p.c. - Dichiarazione di estinzione del giudizio subordinata all'accettazione delle parti costituite.

Concordato preventivo - Procedimento - Modifica della proposta intervenuta successivamente all'attivazione del procedimento di revoca di cui all'articolo 173 l.f. - Inammissibilità.

Data di riferimento: 
02/10/2012

Tribunale di Parma - Concordato preventivo con cessione di beni e nomina del liquidatore

Tribunale di Parma 20 marzo 2008 - Pres. Bruno - Rel. Coscioni.

Concordato preventivo - Cessione dei beni - Attività di liquidazione non particolarmente complessa - Nomina di liquidatore giudiziale - Necessità - Esclusione.

Nel concordato preventivo con cessione dei beni non è necessaria la nomina di un liquidatore giudiziale qualora l'attività di liquidazione da compiere non sia di particolare complessità. (fb)

(Provvedimento, titolo e massima tratti dalla rivista on.line www.ilcaso.it )

 

Data di riferimento: 
20/03/2008