concordato preventivo, Tribunale di Arezzo

Tribunale di Arezzo – Concordato misto che preveda una quota minima di soddisfazione dei creditori: inammissibilità che, una volta raggiuntala, lo si possa considerare eseguito se sussistano beni di cui sia possibile la liquidazione.

Tribunale di Arezzo, Sezione fallimentare, 11 settembre 2018 – Pres. Carlo Breggia, Rel. Antonio Picardi, Giud. Michela Grillo.

Concordato con continuità misto – Proposta – Creditori – Percentuale di soddisfazione -  Previsione di un minimo – Omologazione – Fase esecutiva - Raggiungimento della quota prevista – Beni ceduti ai creditori - Non intervenuta liquidazione – Debitore - Chiusura della procedura – Istanza di declaratoria – Inammissibilità – Tribunale – Rigetto e nomina di un liquidatore giudiziale - Prosecuzione. 

Data di riferimento: 
11/09/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Arezzo – Esaurimento della fase giudiziale e di quella di esecuzione e chiusura del procedimento di concordato preventivo: effetto esdebitatorio e iscrizione nel Registro delle imprese.

Tribunale di Arezzo 28 settembre 2016 – Pres.  Clelia Galantino, Rel. Antonio Picardi, Giud. Paolo Masetti.

Concordato preventivo – Chiusura della fase giudiziaria -  Omologazione – Chiusura della fase di esecuzione - Ristrutturazione dei debiti e soddisfazione dei crediti – Conclusione del procedimento  - Adempimento - Chiusura del procedimento unitariamente inteso – Effetto esdebitatorio - Iscrizione nel Registro delle imprese.

Data di riferimento: 
28/09/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Arezzo – Fallimento: irrilevanza del difetto di motivazione del decreto di ammissione al passivo. Concordato preventivo non omologato: non prededucibilità del credito del professionista.

 

Tribunale di Arezzo, 05 Aprile 2016 -  Pres. Galantino, Giud Est. Picardi.

 

Fallimento – Credito – Domanda di ammissione allo stato passivo – Accertamento solo sommario - Decreto del G.D. – Impugnazione per difetto di motivazione – Vizio non determinante – Decisione del tribunale – Definitività dell’accertamento - Rilevanza della motivazione.

Data di riferimento: 
05/04/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Arezzo – Concordato preventivo con scissione societaria.

Tribunale di Arezzo, 27 febbraio 2015 – Pres. Galantino, Rel. Picardi.

Concordato preventivo – Scissione societaria – Legittimità – Riferimenti normativi.

Concordato preventivo con continuità aziendale – Continuità post decreto di omologazione – Rilevanza.

Concordato preventivo – Scissione societaria – Modalità di esecuzione della proposta concordataria – Continuità aziendale – Assunzione di responsabilità per l’adempimento della proposta.

Data di riferimento: 
27/02/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Arezzo – Verifica del Tribunale circa la fattibilità economica della proposta concordataria. Insindacabilità da parte dello stesso delle modalità concrete di esecuzione del piano.

 

Tribunale di Arezzo 19 dicembre 2014 – Pres. Breggia – Est. Picardi.

 

Concordato preventivo -  Giudizio di omologazione – Valutazione del Tribunale – Fattibilità economica -  Verifica della non assoluta inattitudine del piano – Eventuale nullità del patto conordatario  - Irrilevanza del voto dei creditori.

 

Concordato preventivo – Piano di cessione dei beni –  Voto favorevole dei creditori – Modalità di liquidazione – Vincolo contrattuale – Art. 182 L.F. - Mera regolazione sussidiaria.

 

Data di riferimento: 
19/12/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]