bancarotta, Corte Costituzionale

Corte Costituzionale -– Fallimento e bancarotta fraudolenta. : illegittimità costituzionale dell'art. 216, u.c., L.F. E' rimessa al giudice la deteminazione, in ipotesi di condanna, della durata delle pene accessorie.

Corte Costituzionale, 05 dicembre 2018 n. 222 – Pres. Giorgio Lattanzi, Rel. Francesco Viganò.

Fallimento – Bancarotta fraudolenta – Condanna –  Art. 216, u.c., L. F. - Illegittimità della norma – Pene accessorie – Valutazione del giudice – Anni dieci – Durata massima e non più fissa.

Data di riferimento: 
05/12/2018

Corte Costituzionale – Reati fallimentari: illegittimità costituzionale dell’art. 69, quarto comma, c.p. e possibile prevalenza dell’attenuante di cui all’219, terzo comma, L.F. sulla recidiva.

Corte Costituzionale 17 luglio 2017 n. 205 – Pres. Paolo Grossi, Rel. Giorgio Lattanzi.

Reati fallimentari – Bancarotta fraudolenta e semplice e ricorso abusivo al credito – Speciale tenuità del danno -  Circostanza attenuante - Prevalenza sull’aumento di pena previsto per la recidiva – Ammissibilità – Art. 69, quarto comma, c.p. - Illegittimità costituzionale.

Data di riferimento: 
17/07/2017