Interruzione del processo

Corte di Cassazione – Fallimento: rapporti processuali compresi nel fallimento e limiti della legittimazione straordinaria del fallito al giudizio in caso di inerzia del curatore.

 

Corte di Cassazione, Sez. VI civ., 06 luglio 2016 n. 13814 - Pres. Dogliotti, Est. Acierno.

 

Fallimento – Rapporti processuali del fallito -  Legittimazione esclusiva spettante al curatore –  Immotivata totale inerzia degli organi fallimentari – Conseguenza – Partecipazione al giudizio - Capacità straordinaria del fallito - Insussistenza

 

Data di riferimento: 
06/07/2016

Corte di Cassazione – Legittimazione attiva all’esercizio dell’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori e dei sindaci di una S.r.l. in caso di suo fallimento.

 

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 31 maggio 2016 n. 11264 - Pres. Bernabai, Rel. Didone.

 

Azione sociale nei confronti degli amministratori – Legittimazione dei soci – Natura derivativa rispetto a quella della società – Accoglimento – Vantaggio per il solo patrimonio sociale.

 

Società fallita - Azione nei confronti degli amministratori – Legittimazione del curatore ex art. 146 L.F. -  Ipotesi di applicazione specifica dell’art. 43 L.F.

 

Data di riferimento: 
31/05/2016

Tribunale di Brescia – Capacità processuale del fallito in ordine a rapporti personali e patrimoniali extra fallimentari. Non rilevabilità d’ufficio del difetto di legittimazione.

 

Tribunale di Brescia 13 aprile 2016 – Est. Canali.

 

Dichiarazione di fallimento – Rapporti incidenti sulla massa dei creditori - Incapacità processuale relativa del fallito -  Rapporti personali o patrimoniali extra fallimentari – Possibilità per il fallito di agire o resistere in causa.

 

Fallimento – Difetto di capacità processuale del fallito – Curatore – Legittimazione ad eccepire –Giudice - Irrilevabilità d’ufficio.

 

Data di riferimento: 
13/04/2016

Corte di Cassazione (2902/2016) Improcedibilità in sede ordinaria dell’azione di simulazione e dell’azione revocatoria nei confronti del socio fallito che abbia prestato fideiussione per ogni obbligazione futura di una S.r.l.

Cassazione civile, sez. I, 15 Febbraio 2016, n. 2902. Est. Didone.

Fideiussione prestata dal socio di una società a responsabilità limitata in favore della stessa società con esonero del creditore dall'osservanza dell'art. 1956 c.c. - Aggravamento del rischio – Presupposti.

Citazione in giudizio di più soggetti solidalmente obbligati -  - Fallimento di uno dei coobbligati - Sopravvenienza – Conseguenze inerenti la procedibilità del giudizio.

Data di riferimento: 
15/02/2016

Corte di Cassazione (1083/2016) Effetti sul giudizio d'appello pendente dello scioglimento d'ufficio ex art. 2545 septiesdecies c.c. della società cooperativa posta in liquidazione coatta amministrativa.

Cassazione civile, sez. I, 21 Gennaio 2016, n. 1083. Est. Maria Cristina Giancola.

Liquidazione coatta amministrativa per scioglimento di società cooperativa ex art. 2545 septiesdecies c.c. - Giudizio d'appello pendente - Prosecuzione nei confronti del commissario liquidatore.

Data di riferimento: 
21/01/2016

Corte di Cassazione – Domanda di risarcimento, in sede ordinaria, del danno derivante dalla circolazione dei veicoli, proposta dal danneggiato nei confronti del responsabile nel frattempo fallito, e vis attractiva del foro fallimentare.

 

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 08 gennaio 2016 n. 128 – Pres. Chiarini, Rel. Sestini.

 

Assicurazione volontaria – Copertura della responsabilità civile – Indennità dovuta all’assicurato  dall’assicuratore – Privilegio ex art. 2767 c.c. – Finalità -   Assicurazione obbligatoria – Responsabilità derivante dalla circolazione di veicoli e natanti – L. 990/69 - Azione diretta nei confronti dell’assicuratore – Riconoscimento del privilegio – Irrilevanza.

 

Data di riferimento: 
08/01/2016

Tribunale di Asti – Fallimento e interruzione automatica del processo: decorrenza del termine di riassunzione dalla conoscenza legale dell’evento.

Tribunale di Asti 18 maggio 2015 - Est. Mussa.

Apertura del fallimento – Art. 43, terzo comma, L.F. - Interruzione ex lege del processo – Sopravvivenza della rappresentanza processuale – Tutela degli interessi dei creditori - Obbligo di informazione del curatore.

Apertura del fallimento - Interruzione automatica del processo - Prosecuzione   o riassunzione – Termine di tre mesi – Analogia con le altre ipotesi di interruzione ex lege – Identica ratio.

Data di riferimento: 
18/05/2015

Tribunale di Taranto – Apertura del fallimento, interruzione del processo e decorrenza del termine per la riassunzione.

Tribunale di Taranto, 16 aprile 2015 – Giudice G. Puzzovio.

Fallimento – Dichiarazione di fallimento – Rapporti tra procedure – Interruzione del processo – Automaticità – Riassunzione – Decorrenza del termine.

Fallimento – Dichiarazione di fallimento – Rapporti tra procedure – Interruzione del processo – Automaticità – Riassunzione ad opera del Curatore – Decorrenza del termine.

Data di riferimento: 
16/04/2015

Cassazione Civile – Apertura del fallimento e perdita di legittimazione processuale del debitore: inopponibilità della sentenza alla massa dei creditori.

Cassazione Civile, Sez. VI, ord. n. 21363, 9 ottobre 2014, Pres. Di Palma, Rel. Scaldaferri.

Dichiarazione di fallimento – Interruzione del processo – Perdita di legittimazione processuale del debitore – Art. 43 l. fall. – Inopponibilità alla massa dei creditori.

Data di riferimento: 
09/10/2014

Pagine