Corte di Cassazione, arbitrato

Corte di Cassazione (24444/2020) - Laddove lo statuto della società fallita contenga una clausola compromissoria deve essere rimessa al giudizio degli arbitri l’opposizione proposta avverso l’ingiunzione emessa dal G.D. ai sensi dell’art. 150 L.F.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 30 settembre 2019, n. 24444 – Pres. Antonio Didone, Rel. Francesco Terrusi.

Statuto di una società – Esistenza di una clausola compromissoria – Giudice Delegato – Soci che hanno omesso un versamento cui erano tenuti - Pronuncia di un’ingiunzione nei loro confronti – Ammissibilità ai sensi dell’art. 150 L.F. – Eventuale opposizione – Giudizio devoluto alla competenza degli arbitri.

Data di riferimento: 
30/09/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (28533/2018) – Clausola compromissoria contenuta nello statuto di un consorzio poi fallito e giudizio intentato dal curatore per far valere diritti da quello stesso già anteriormente maturati: competenza.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ.- 1, 08 novembre 2018, n. 28533 – Pres. Antonio Genovese, Rel. Guido Mercolino.

Consorzio dichiarato fallito -  Clausola compromissoria contenuta nello statuto – Diritti preesistenti nei confronti degli Enti consorziati – Riconoscimento di somme di denaro –  Giudizio promosso dal curatore – Incompetenza del giudice ordinario - Operatività della clausola.

Data di riferimento: 
08/11/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Impossibilità di far valere in sede arbitrale ragioni di credito verso una società fallita o sottoposta a liquidazione coatta amministrativa.

Corte di Cassazione, Sez. I, 24 giugno 2015, n. 13089 – Pres. Ceccherini – Est. Didone.

Liquidazione coatta amministrativa -  Crediti vantati nei confronti della parte assoggettata a procedura – Attribuzione della cognizione ad arbitri – Esclusione – Inderogabilità della procedura concorsuale.

Data di riferimento: 
24/06/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione - Mancata esecuzione del collaudo ed eccezione non integrante una condizione necessaria per l'instaurazione del rapporto processuale.

Cassazione civile, sez. I 08 febbraio 2013, n. 3068 - Pres. Vitrone - Est. Di Amato.

Liquidazione coatta amministrativa - Ripartizione dell'attivo - Domande tardive - In genere.

Data di riferimento: 
08/02/2013
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]