Tribunale di Milano

Tribunale di Milano - Concordato preventivo - Classi

 Tribunale di Milano, 10 aprile 2008

Nell'ambito di una proposta di concordato preventivo il giudizio del Tribunale deve riguardare la correttezza dei criteri di formazione delle diverse classi. La suddivisione dei creditori in classi deve apparire coerente con il piano stesso e funzionale alla sua realizzazione

Data di riferimento: 
10/04/2008
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Milano - Rimesse bancarie revocabili

Tribunale di Milano, 27 marzo 2008 - Mauro Vitiello, est.

Fallimento - Nuova revocatoria di rimesse in conto corrente bancario - Natura solutoria delle rimesse - Necessità.

Fallimento - Nuova revocatoria di rimesse in conto corrente bancario - Nozione di riduzione consistente - Criterio percentuale riferito alla differenza tra il massimo scoperto nel periodo sospetto ed il saldo finale.

Data di riferimento: 
27/03/2008
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Milano - Il privilegio dello studio professionale associato

In sede di ammissione al passivo il credito vantato da uno studio legale associato per prestazioni svolte dai propri associati non gode del privilegio di cui all'art. 2751 bis n. 2 c.c. (sentenza tratta dal sito del Tribunale di Milano).

Data di riferimento: 
28/02/2008
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Milano - Il privilegio del credito del professionista

Il credito azionato in via esclusiva dal professionista, piuttosto che dalla associazione professionale alla quale lo stesso appartiene, va ammesso al passivo in via privilegiata ex art. 2751 bis n. 2 c.c.

Data di riferimento: 
22/01/2008
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

TRIBUNALE DI MILANO - NON AMMISSIBILITA' DEL CREDITO PER DIRITTI E SPESE DI INSINUAZIONE

Non vanno ammessi al passivo i crediti esattoriali per "diritti e spese di insinuazione" ostandovi il disposto di cui all'art. 101 L.F.

(Vedi anche in questo sito Corte di Cassazione 01.03.2010)

Data di riferimento: 
10/01/2008
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

TRIBUNALE DI MILANO - EMISSIONE E NOTIFICA DELLA CARTELLA ESATTORIALE - NON NECESSITA'

In caso di fallimento del contribuente, il concessionario non deve necessariamente emettere e notificare la cartella di pagamento, ma può presentare domanda di ammissione in base al ruolo.

Data di riferimento: 
10/01/2008
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine