competenza

Tribunale di Como – Ristrutturazione dei debiti del consumatore: competenza del collegio in caso di domanda subordinata di accesso alla liquidazione controllata. Ipotesi di esclusione della causa ostativa di cui all’art. 69 CCII.

Tribunale di Como, 24 giugno 2024 – Presidente, dott.ssa Paola Parlati, Consigliere relatore, dott. Luciano Pietro Aliquò

Ristrutturazione dei debiti del consumatore - Liquidazione controllata – Domanda subordinata -Competenza– Tribunale in composizione collegiale.

Ristrutturazione dei debiti del consumatore – Colpa grave o mala fede – Causa Ostativa – Esercizio azione giudiziaria -Esclusione.

Data di riferimento: 
24/06/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Nola – Concordato minore: il decreto di inammissibilità è impugnabile dinnanzi al Tribunale in composizione collegiale. Interpretazione degli “atti in frode ai creditori” quale causa ostativa.

Tribunale di Nola, 13 maggio 2024 – Presidente, dott.ssa Rosa Paduano, Consigliere relatore, dott.ssa Federica Peluso

Concordato minore – Decreto di inammissibilità – Impugnazione – Competenza Tribunale in composizione collegiale.

Concordato minore – Atti in frode ai creditori – Interpretazione – Fatti di bancarotta - Sussistenza.

Data di riferimento: 
13/05/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Mantova – Esdebitazione dell’incapiente: nel caso l'istanza del debitore venga rigettata questi per ricorrere deve proporre opposizione avanti alla Corte d'Appello.

Tribunale di Mantova, Ufficio procedure concorsuali, 09 maggio 2024 (data della pronuncia) – Pres. Rel. Mauro Bernardi, Giud. Alessandra Venturini e Francesca Arrigoni.

Esdebitazione dell’incapiente – Decreto di rigetto – Debitore istante - Proposizione del reclamo – Competenza della Corte d'Appello – Fondamento.

Data di riferimento: 
09/05/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Corte di Cassazione (12131/2024) – Dichiarazione di fallimento: l'incompetenza per territorio del tribunale adito deve essere eccepita o rilevata d'ufficio non oltre l'udienza di comparizione delle parti.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 06 maggio 2024, n. 12131 – Pres. Massimo Ferro, Rel. Roberto Amatore.

Incompetenza per territorio del giudice adito – Udienza di comparizione delle parti – Termine massimo entro cui ex art. 38 c.p.c. deve essere eccepita o rilevata d'ufficio – Applicabilità di tale norma anche al procedimento prefallimentare avanti al tribunale - Proposizione per la prima volta in sede di reclamo ex art. 18 L. fall. - Tardività.

Data di riferimento: 
06/05/2024
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Vercelli – Fallimento: considerazioni in tema di vis attractiva del tribunale fallimentare, di intervento del curatore nei giudizi pendenti, di azione revocatoria e requisito dell'eventus damni, e di esenzione ex art. 67, comma 3, lett. d) LF

Tribunale di Vercelli, Sez. Civile - Settore Fallimentare, 02 aprile 2024 – Giudice Edorardo Gari.

Fallimento – Azioni che ne derivano - Vis attractiva del tribunale fallimentare- Estensione e limiti della competenza funzionale da riconoscergli.

Fallimento – Giudizi in corso – Possibile intervento del curatore uin sostituzione del fallito – Finalità.

Data di riferimento: 
02/04/2024
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Roma – Considerazioni, al fine di stabilire la competenza alla dichiarazione di fallimento, in merito ai criteri da adottarsi per stabilire ove sia localizzata la sede principale dell'impresa interessata.

Tribunale di Roma, Sez. Fallimentare, 20 marzo 2024 (data della pronuncia) – Pres. Angela Coluccio, Rel. Caterina Bordo, Giud. Fabio Miccio.

Dichiarazione di fallimento – Tribunale competente alla pronuncia – Riferimento alla località ove l'impresa ha la sua sede principale – Criteri da adottarsi per individuarla – Presunzione di coincidenza con la sede di legale – Presupposti perché possa essere superata.

Data di riferimento: 
20/03/2024
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto – Competenza a decidere del reclamo proposto avverso il decreto con il quale il giudice ha preliminarmente dichiarato l'inammissibilità di un piano del consumatore.

Trib. Barcellona Pozzo di Gotto, 5 gennaio 2024, Pres. De Marco, Est. Di Sano

Reclamo contro decreto di inammissibilità di un piano di ristrutturazione dei debiti del consumatore – Competenza della Corte d’appello - Rimessione, mediante regolamento d’ufficio di competenza ai sensi degli artt. 45 e 47 c.p.c., nonché 29, co. 2, d.lgs. 14/2019 (implicitamente richiamato dall’art. 65, co. 2, d.lgs. 14/2019), alla Corte di Cassazione.

Data di riferimento: 
05/01/2024
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Bologna – Apertura di una liquidation in Inghilterra nei confronti di una società capogruppo con controllate in Italia: possibile riconoscimento di misure cautelari ex art. 54 C.C.I. nel caso il COMI si ritenga fissato in Italia.

Tribunale di Bologna, Sez. IV civ. e procedure concorsuali, 19 dicembre 2023 (data della pronuncia) – Giudice relatore delegato Maurizio Atzori.

Società che controlla società in Italia – Apertura di una liquidation nei suoi confronti in Inghilterra - Fissazione in Italia del COMI - Diverso procedimento per la dichiarazione dello stato di insolvenza – Possibile apertura nei confronti delle controllate – Ammissibilità del riconoscimento di misure cautelari ex art 54 C.C.I.

Data di riferimento: 
19/12/2023
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Tribunale di Mantova - Liquidazione controllata e competenza con procedura unitaria instaurata da familiari non conviventi ma residenti in circoscrizioni diverse.

Tribunale Mantova, 15 Dicembre 2023. Pres., est. Gibelli.

Liquidazione controllata - Procedura unitaria instaurata da familiari non conviventi ma residenti in circoscrizioni diverse - Competenza - Possibilità di scegliere uno dei due Fori rispettivamente competenti per le procedure se separatamente avviate - Sussistenza - Applicazione analogica del criterio della prevalenza del Foro di colui che presenta l'esposizione debitoria maggiore ex art. 286 C.C.I.I. – Esclusione

Data di riferimento: 
15/12/2023
[Questo provvedimento si riferisce al Codice della crisi]

Pagine