Tribunale di Pistoia

Tribunale di Pistoia – Concordato con continuità aziendale: durata massima del piano e presupposto perché la soddisfazione dei creditori privilegiati possa aver luogo anche oltre l'anno dall'omologazione.

Tribunale di Pistoia, Ufficio Fallimentare, 21 settembre 2020 – Pres. Rel. Nicoletta Maria Caterina Curci, Giud. Sergio Garofalo e Lucia Leoncini.

Concordato preventivo – Continuità aziendale – Durata piano concordatario – Previsione di soddisfazione dei creditori privilegiati in più anni – Presupposto di ammisibilità.

Data di riferimento: 
21/09/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Concordato preventivo ed emergenza Covid-19: presupposti per la concessione del termine previsto dal secondo comma dell’art. 9 D.L. 23/2020 per la presentazione di una nuova proposta ed effetti che ne conseguono.

Tribunale di Pistoia, Ufficio Fallimentare, 05 maggio 2020 – Pres. Est. Nicoletta Curci, Giud. Sergio Garofalo e Lucia Leoncini.

Emergenza Covid-19 - Concordato preventivo – Ammissione alla procedura - Debitore - Presentazione di una nuova proposta e di un nuovo piano - Termine non superiore a novanta giorni – Richiesta di riconoscimento – Momento in cui può essere avanzata.

Data di riferimento: 
05/05/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Concordato con continuità e proposta di accordo ex art. 182 ter L.F. che preveda il pagamento integrale differito di tre anni del credito previdenziale INPS: diritto al rilascio di un DURC di regolarità contributiva.

Tribunale Ordinario di Pistoia, Sez. Lavoro, 04 maggio 2020 – Giudice Emanuele Venzo.

Crediti previdenziali INPS – Società debitrice – Domanda di concordato con continuità – Proposta di transazione – Previsione - Debiti previdenziali – Pagamento integrale differito di tre anni – Richiesta di rilascio del DURC – Attestazione di regolarità contributiva - Accoglibilità – Condizioni ex artt. 1 e 3 D.M. 04/08/2009 – Conformità della proposta.

Data di riferimento: 
04/05/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Risoluzione del concordato preventivo: presupposto imprescindibile perché possa pronunciarsi la dichiarazione di fallimento rispetto all’originaria insolvenza.

Tribunale di  Pistoia, Sez. Civ., 20 dicembre 2017 – Pres. Raffaele D’Amora, Rel. Nicoletta Curci, Giud. Sergio Garofalo.

Concordato preventivo – Omologazione -  Soggetto ammesso alla procedura – Nuova insolvenza – Insorgenza - Dichiarazione di fallimento – Ammissibilità.

Concordato preventivo – Omologazione –  Chiusura della procedura - Dichiarazione di fallimento – Preclusione temporanea –  Risoluzione per inadempimento – Presupposto necessario.

Data di riferimento: 
20/12/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Possibilità della falcidia dell’IVA in sede di accordo per la risoluzione della crisi da sovraindebitamento e in sede di concordato preventivo alla luce della sentenza della Corte di Giustizia dell’U.E.

Tribunale di Pistoia 26 aprile 2017 - Giud. Deleg. Raffaele D'Amora.

Crisi da sovraindebitamento -  Proposta di accordo con i creditori  - Debito per IVA – Possibilità della falcidia – Esame delle decisioni emesse in sede concordataria – Inconferenza – Transazione fiscale - Estraneità dell’istituto.

Data di riferimento: 
26/04/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Concordato preventivo e percentuale minima di soddisfacimento dei creditori chirografari ai sensi del D.L. 83/15 - Poteri di indagine del tribunale e riscontro della fattibilità economica alla luce della novella del 2015.

 

Tribunale di Pistoia 29 ottobre 2015 – Pres. Est. D’Amora

 

Concordato con continuità aziendale – Presentazione  della domanda – Inidoneità ad   introdurre il procedimento concordatario – Termine di riflessione – Entrata in vigore del D.L. 83/15 - Deposito della proposta, del piano e dell’ulteriore documentazione in epoca successiva- Assoggettabilità alle nuove disposizioni.

 

Data di riferimento: 
29/10/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Stato passivo fallimentare: natura chirografaria dei crediti di Sace s.p.a. nascenti dalla prestazione di garanzie a favore delle imprese a fronte di finanziamenti loro concessi.

 

 

 

Tribunale di Pistoia 21 maggio 2015 - Pres. Curci, Est. Maione.

 

Fallimento - Impugnazione dello stato passivo - Ricorso ex art 99 L.F. - Mancata notifica alla società fallita - Eccezione di inammissibilità – Rigetto – Curatore ed eventuale  controinteressato – Soggetti interessati alla notifica.

 

Data di riferimento: 
21/05/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Crisi da sovraindebitamento: applicabilità analogica del disposto dell'art. 169 bis L.F. anche agli accordi di composizione ex artt. 10 e segg. della L. 3/2012.

Tribunale Ordinario di Pistoia, Sez. Civ., 23 febbraio 2015 – Giud. Daniela Garufi.

Crisi da sovraindebitamento – Accordo di composizione - Contratti di finanziamento inseguiti dal debitore – Scioglimento a fronte dell'offerta di un indennizzo – Applicazione analogica dell'art. 169 bis  L.F.- Ammissibilità.

Data di riferimento: 
25/02/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia - Procedura di sovraindebitamento e concordato preventivo. Modalità e condizioni per l’accesso alla procedura – Apporto di finanza esterna.

Tribunale di Pistoia 19 novembre 2014 - Est.  Daniela Garufi.

Procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento – Assistenza dei professionisti scelti dal debitore per la redazione della proposta -  Ammissibilità .

Data di riferimento: 
19/11/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pistoia – Presupposti per la dichiarazione di fallimento dell'imprenditore agricolo in procinto di accedere alla procedura prevista per il sovraindebitamento.

 

Tribunale di Pistoia 14 novembre 2014- Pres. D'Amora – Est. Garufi.

 

Fallimento – Imprenditore agricolo – Insufficienza del requisito formale – Esercizio esclusivo o prevalente di una attività commerciale –  Presupposto necessario.

 

Imprenditore agricolo - Fallimento – Avvio della procedura di cui alla legge 3/2012 - Irrilevanza – Contestazioni di parte e produzioni documentali – Presupposti necessari della non fallibilità.

 

Data di riferimento: 
14/11/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine