rapporti tra procedure

Corte d’Appello di Salerno – Procedimento prefallimentare e riserva della causa in decisione: il Tribunale non ha l’obbligo di esaminare la domanda di concordato preventivo depositata successivamente.

Corte d’Appello di Salerno, 3 novembre 2014 – Pres. Ferrara, Rel. Balletti.

 

Istruttoria prefallimentare – Tribunale – Assegnazione della causa in decisione – Successiva domanda di concordato preventivo – Nessun obbligo di disamina – Mancato rispetto del contraddittorio.

Sentenza di fallimento – Reclamo del fallito – Dies a quo – Notifica della sentenza integrale.

 

Data di riferimento: 
03/11/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Asti – Inammissibilità del concordato preventivo in bianco e successiva domanda di concordato “pieno”.

Tribunale di Asti, 30 ottobre 2014 – Pres. Donato, Rel. Francioso.

Concordato preventivo – Concordato in bianco – Mancata presentazione del piano e della proposta – Inammissibilità – Successiva domanda di concordato “pieno” – Non sussiste continuità – Cessazione degli effetti del concordato in bianco.

Concordato preventivo – Concordato in bianco – Inammissibilità – Successiva domanda di concordato “pieno” – Consecuzione – Abuso del diritto.

Data di riferimento: 
30/10/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d'Appello di Venezia – Competenza per la dichiarazione di fallimento dell'imprenditore con più sedi o in caso di trasferimento di sede. Coordinamento tra contestuali procedure, fallimentare e concordataria.

 

Corte d'Appello di Venezia 27 ottobre 2014 – Pres. Rossi – Est. Di Francesco

 

Fallimento pronunciato da più tribunali – Prevalenza – Trasferimento di sede nell'anno anteriore all'istanza di fallimento – Irrilevanza.

 

Procedimento per la dichiarazione di fallimento e procedimento per l'ammissione al concordato preventivo -  Pendenza innanzi allo stesso giudice – Coordinamento – Trattazione simultanea –  Fase  preliminare all'ammissione - Possibilità del rigetto dell'istanza di fallimento.

 

Data di riferimento: 
27/10/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Inammissibilità del concordato preventivo con riserva e abuso del diritto.

Tribunale di Salerno, 30 settembre 2014 – Pres. Russo, Est. Jachia.

 

Concordato preventivo con riserva – Precedente richiesta di sospensione delle azioni cautelari ed esecutive ex art. 182 bis, co. 6, l. fall. – Precedente omologazione degli accordi di ristrutturazione ex art. 182 bis l. fall. – Nuova richiesta di sospensione delle azioni cautelari ed esecutive – Inammissibilità del ricorso ex art. 161, co. 6, l. fall.

 

Data di riferimento: 
30/09/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Piacenza - Soggetti legittimati ad avviare la procedura per la conversione della amministazione straordinaria in fallimento e applicabilità dell'art. 70 del D.L.vo 270/99.

 

Tribunale di Piacenza 25 settembre 2014 – Pres. Est. Marchetti

 

Amministrazione strordinaria – Iniziativa per la conversione in fallimento – Limite della legittimazione.

 

Amministrazione straordinaria  - Mancata esecuzione della procedura – Conversione in fallimento  da parte del Tribunale -  Non applicabilità in modo rigido dell'art. 70 del D.L.vo 270/99.

 

Data di riferimento: 
25/09/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d’Appello di Venezia – Rapporti tra concordato preventivo e fallimento: precedenza al concordato purché non vi sia abuso del diritto.

Corte d’Appello di Venezia, 17 luglio 2014, n. 1641 – Pres. Rossi, Rel. Santoro.

 

Concordato preventivo – Istanza di fallimento – Rapporti tra le due procedure – Precedenza alla domanda di concordato – Presupposti – Insussistenza dell’abuso del diritto.

 

Data di riferimento: 
17/07/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Siena – Concordato preventivo: coordinamento con la procedura di fallimento, abuso dello strumento concordatario e valutazione del Tribunale al momento del deposito del piano.

Tribunale di Siena, sez. fall., 6 giugno 2014 – Pres. Rel. Serrao.

 

Pendenza del procedimento per dichiarazione di fallimento – Concordato preventivo con riserva – Richiesta non pretestuosa – Non sussiste manifesto abuso dello strumento.

 

Pendenza del procedimento per dichiarazione di fallimento – Concordato preventivo con riserva – Bilanciamento degli interessi contrapposti – Va valutato al momento del deposito del piano.

 

Data di riferimento: 
06/06/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d’Appello di Genova – Concordato preventivo: integrazione del concordato con riserva, revoca, connessione con la dichiarazione di fallimento.

Reclamo ex art. 18 l.f.

 

Corte d’Appello di Genova, sez. I, 20 febbraio 2014, n. 1332 – Pres. Rel. Bonavia.

 

Concordato preventivo con riserva – Atto promanante esclusivamente da terzi – Non qualificabile come integrazione del piano.

 

Concordato preventivo – Revoca dell’ammissione – Atti di frode – Esempi.

 

Concordato preventivo – Superamento del principio di prevenzione – Connessione tra rigetto dell’omologazione e dichiarazione di fallimento – Esigenza di coordinamento.

Data di riferimento: 
20/02/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Parma – Prededucibilità ex art. 111 L.F. nel successivo fallimento dei crediti del legale per le prestazioni eseguite nella procedure di concordato.

Tribunale di Parma, 31 dicembre 2013 – Pres. Mari, Rel. Cicciò.

Fallimento – Concordato preventivo – Conversione di procedure – Crediti sorti nel corso della procedura concordataria – Prededuzione ex art. 111 L.F. nel successivo fallimento – Principio di stabilità degli atti – Tutela dell’affidamento dei terzi – Crediti del legale per le prestazioni eseguite nella procedure di concordato – Prededucibilità.

Data di riferimento: 
31/12/2013
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine