Art. 1. - Imprese soggette al fallimento e al concordato preventivo.

Tribunale di Napoli – Crisi da sovraindebitamento: omologazione di un piano del consumatore che prevede una durata che esula dall'ordinario.

Tribunale di Napoli,  Sezione volontaria giurisdizione, 21 febbraio 2019 – Giudice designato dott. Nicola Graziano.

Sovraindebitamento - Piano del consumatore – Omologazione - Durata di oltre 10 anni –  Tempistica superiore all'ordinario - Motivi che la rendono compatibile.

Data di riferimento: 
21/02/2019

Tribunale di Treviso – Sovraindebitamento: inammissibilità della richiesta di un trustee di accesso alla procedura di liquidazione dei beni ex art. 14 ter L. 3/2012 che venga presentata per conto di un trust affetto da nullità.

Tribunale di Treviso, Sez. Seconda Civile – Fallimentare, 03 gennaio 2019 – Giudice Petra Uliana.

Crisi da sovraindebitamento – Procedura di liquidazione dei beni – Domanda di accesso avanzata da un trustee – Giudice – Accertamento della nullità del trust – Causa illecita - Scopo di sottraare i beni a procedure concorsuali – Rigetto della richiesta - Difetto di legittimazione.

Data di riferimento: 
03/01/2019

Tribunale di Verona – Possibilità per la persona fisica che possa contare solo sui suoi futuri stipendi di proporre domanda di liquidazione ex art. 14 ter L. 3/2012 per la composizione del suo stato di crisi da sovraindebitamento.

Tribunale di Verona, 21 dicembre 2018 – Pres. Monica Attanasio, Rel. Silvia Rizzuto, Giud. Pier Paolo Nanni.

Sovraindebitamento – Composizione della crisi – Debitore -  Domanda di liquidazione ex art. 14 ter L. 3/2012 – Possibilità di fare affidamento sul suo futuro stipendio – Assenza di beni – Accesso alla procedura - Ammissibilità – Analogia con l'istanza di fallimento  in proprio.

Data di riferimento: 
21/12/2018

Tribunale di Napoli Nord – Crisi da sovraindebitamento e piano del consumatore: presupposto della "meritevolezza" della proposta in ipotesi di situazione di illiquidità causata dal ricorso al mercato finanziario.

Tribunale di Napoli Nord, III Sez. Civ., 21 dicembre 2018  – Giudice Arminio Salvatore Rabuano.

Persona fisica – Stato di crisi da sovraindebitamento -  Piano ex L. 3/2012 – Proposizione quale consumatore - Presupposto per rivestire tale qualifica – Squilibrio finanziario dovuto a ragioni personali o familiari – Svolgimento di attività imprenditoriale –  Possibile irrilevanza.

Data di riferimento: 
21/12/2018

Corte di Cassazione (33091/2018) - Sussistenza dei requisiti di non fallibilità: necessità che i bilanci che il debitore ha asserito costituirne prova, risultino essere quelli approvati e depositati nel registro delle imprese

Corte di Cassazione, Sez. VI – 1, 20 dicembre 2018 n. 33091 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Francesco Terrusi.

Fallimento – Debitore – Asserita  non fallibilità – Presupposti ex art. 1 L.F. evincibili dai bilanci dei tre ultimi esercizi – Approvazione e deposito nel registro delle imprese – Condizione necessaria – Non sussistenza – Conseguenza – Possibilità che il giudice non li consideri – Necessità di altra prova valida.

Data di riferimento: 
20/12/2018

Tribunale di Rimini – Sovraindebitamento: presupposti di inammissibilità del piano del consumatore che non rispetti l'ordine delle cause di prelazione e/o preveda la dilazione oltre l'anno del pagamento dei creditori privilegiati.

Tribunale di Rimini, 17 dicembre 2018 – Giudice Delegato Sivia Rossi.

Crisi da sovraindebitamento – Piano del consumatore – Ordine delle cause di prelazione – Mancato rispetto -  Crediti muniti di privilegio – Moratoria oltre l'anno del pagamento – Prevsione – Giudice delegato – Dichiarazione di inammissibilità – Possibile immediata pronuncia.

Data di riferimento: 
17/12/2018

Corte di Cassazione (30541/2018) - Prova della non fallibilità: desumibilità non solo dai bilanci, strumento privilegiato, ma anche in modo diverso.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 26 novembre 2018 n. 30541 – Pres. Antonio Didone, Rel. Aldo Angelo Dolmetta.

Dichiarazione di fallimento – Debitore – Reclamo – Prova della non fallibilità - Bilanci d'esercizio – Strumento privilegiato ma non esclusivo – Prova desumibile aliunde.

Data di riferimento: 
26/11/2018

Corte d'Appello di Torino – Al fine di confermare o escludere la fallibilità del debitore si deve fare riferimento, per quanto concerne la situazione debitoria, al solo momento della presentazione dell'istanza di fallimento.

Corte d'Appello di Torino, Sez. I civ., 23 novembre 2018 – Pres. Renata Silva, Cons. Rel. Tiziana Maccarone, Cons. Alfredo Grosso.

Istanza di fallimento – Deposito - Presupposti di non fallibilità del debitore – Requisito di cui al punto c) dell'art. 1 L.F. -  Ammontare dei debiti – Soglia limite - Situazione esistente al momento della domanda – Riferimento temporale corretto.

Data di riferimento: 
23/11/2018

Corte di Cassazione (29245/2018) - Sottoponibilità a fallimento delle società vittime di richieste estorsive e dell'usura. Inapplicabilità della sospensione dei procedimenti esecutivi ex art. 20, quarto comma, della L. 44/1999.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - Sottosez. 1, 14 novembre 2018 n. 29245 – Pres. Antonio Francesco Genovese, Rel. Francesco Terrusi.

Società vittime di richieste estorsive e dell'usura – Sottoponibilità a  fallimento – Natura cognitiva della procedura fallimentare - Art. 20, quarto comma, della L. 44/1999 – Sospensione dei procedimenti esecutivi – Inapplicabilità.

Data di riferimento: 
14/11/2018

Pagine