Art. 66. - Azione revocatoria ordinaria.

Tribunale di Verbania – La prova del consilium fraudis nell’azione revocatoria ordinaria.

Tribunale di Verbania, 24 Gennaio 2017 - Claudio Michelucci, est.

Azione revocatoria ordinaria -  Consilium fraudis – Prova - Insussistenza

Data di riferimento: 
24/01/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Roma – Revocatoria ordinaria di una scissione societaria.

Tribunale di  Roma, Sez. Spec. in materia d'impresa, 18 novembre 2016 – Pres. Francesco Mannino, Rel. Clelia Buonocore, Giud. Stefano Cardinali.

Atto di parziale scissione societaria – Revocatoria ordinaria – Esperibilità.

Data di riferimento: 
18/11/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Siena – Fallimento: azione revocatoria promossa dal curatore nei confronti degli amministratori di una società fallita che hanno conferito in trust i loro beni a beneficio dei propri familiari.

 

Tribunale di Siena 22 maggio 2015 - Est. Pattonelli.

 

Azione revocatoria ex art. 2901 c.c. – Crediti soggetti a condizione o a termine – Estensione legislativa della tutela - Mere aspettative – Crediti eventuali anche litigiosi – Credito nascente da atto illecito – Tutelabilità - Sentenza dichiarativa di inefficacia – Esecuzione  condizionata – Conferma dell’esistenza del credito – Necessità.

 

Data di riferimento: 
22/05/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Vicenza – Azione revocatoria nei confronti di impresa in concordato preventivo e carenza di interesse ad agire.

Tribunale di Vicenza, 11 Maggio 2016 - Elena Sollazzo, giudice monocratico.

Azione revocatoria ordinaria in sede fallimentare – Convenuto in concordato preventivo – Interesse ad agire - Insussistenza

Data di riferimento: 
11/05/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (614/2016) - Subentro del curatore nella revocatoria ordinaria e problematiche relative a domande nuove, eccezioni, inerzia del curatore e limiti dell’autorizzazione a promuovere il giudizio.

Cassazione civile, sez. I, 15 Gennaio 2016, n. 614. Pres. Aldo Ceccherini, rel. Magda Cristiano.

Subingresso del curatore nell'azione revocatoria ordinaria – Limiti previsti per nuove domande o eccezioni in primo grado – Non assoggettabilità – Limiti per la proposizione del gravame incidentale o preclusioni di cui all’art. 345 in grado d’appello – Non assoggettabilità.

Legittimazione processuale del fallito - Difetto - Eccezione della controparte o rilievo di ufficio - Inammissibilità

Data di riferimento: 
15/01/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Azione revocatoria e limiti di estensione del principio della diversa decorrenza degli effetti della notificazione.

 

Corte di Cassazione, Sez. Un., 09 dicembre 2015 n. 24822 – Pres. Rovelli, Est. Vivaldi.

 

Notificazione – Corte Costituzionale –  Principio della scissione –  Atti processuali -  Distinzione degli effetti tra mittente e destinatario – Momento della consegna all’ufficiale giudiziario – Rilevanza - Atti sostanziali – Art. 1334 c.c. – Conoscenza della parte cui sono destinati.

 

Data di riferimento: 
09/12/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Udine – Stato passivo: ammissione del credito in misura maggiore rispetto al petitum, vizio di ultrapetizione e giudicato endofallimentare.

Tribunale di Udine, 23 novembre 2015 – Pres. dott. Venier, rel. dott. Zuliani.

Stato passivo – Petitum – Ammissione in misura maggiore – Ultrapetizione.

Stato passivo – Petitum – Ammissione – Revocabilità dei pagamenti – Giudicato endofallimentare – Insussistenza.

Stato passivo – Petitum – Ammissione ultra petita – Opposizione – Interesse ad agire del creditore – Sussistenza.

 

Data di riferimento: 
23/11/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Arezzo – Competenza del tribunale fallimentare e non del tribunale delle imprese in caso di azioni revocatorie collegate, conseguenti a cessioni a catena di azioni di proprietà iniziale del fallito.

Tribunale di Arezzo 18 novembre 2015 – Est. Guerrieri.

Amministrazione straordinaria – Revocatoria fallimentare collegata a revocatoria ordinaria – Cessione a catena di azioni – Competenza funzionale del tribunale fallimentare – Inderogabilità -  Competenza del tribunale delle imprese – Esclusione.

Fallimento – Azione revocatoria ordinaria -  Cessione a catena di azioni di proprietà del fallito – Terzo acquirente – Prova della sua mala fede - Condizione necessaria.

Data di riferimento: 
18/11/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Cassazione Civile – Differenze tra revocatoria ordinaria ex art 66 L.F. e revocatoria fallimentare ex art. 67 L.F. e sua differenza con la revocatoria ex art. 2901 c.c.

Cassazione civile, Sez. IV, lavoro, 07 maggio 2015 n. 9170

Revocatoria ordinaria ex art. 66 L.F. – Insolvenza del debitore e sua conoscenza da parte del terzo – Esclusione – Pregiudizio per la massa – Prova sufficiente.

Revocatoria ordinaria ex art. 66 L.F. – Requisito dell’eventus damni – Azione pregiudizievole per i creditori – Presupposto sufficiente.

Data di riferimento: 
07/05/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Taranto – Nullità, per mancanza di causa, della cessione di credito e diritto del curatore della fallita società cedente di ripetere le somme pagate sia dalla cessionaria, sia dalla debitrice ceduta.

 

Tribunale di Taranto 10 aprile 2015 – Est. Casarano.

 

Fallimento – Cessione di credito – Mancanza di causa – Nullità – Causa illecita - Remissione degli atti alla Procura della Repubblica.

 

Fallimento – Cessione di credito – Mancanza di causa – Nullità – Curatore della società cedente  poi fallita – Diritto alla ripetizione delle somme pagate – Soggetti tenuti alla rifusione – Art. 1189 c.c. - Società cessionaria e  debitrice non liberata.

 

Data di riferimento: 
10/04/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine