accordi di ristrutturazione, Tribunale di Bergamo

Tribunale di Bergamo – Accordi di ristrutturazione dei debiti: modalità di sottoscrizione. Necessità della pubblicazione nel registro dell'imprese del loro contenuto e dei fatti e delle decisioni che ne condizionino l'efficacia.

Tribunale di Bergamo, Sez. II civ., fallim. e delle esec. forzate, 13 febbraio 2019 – Pres. Rel. Laura De Simone, Giud. Goivanna Golinelli e Giovanni Panzeri.

Accordi di ristrutturazione dei debiti - Società appartenenti allo stesso gruppo – Contestuale proposizioni di piani disgiunti e di distinte istanze di omologazione – Creditori comuni – Unicità dell'accordo - Ammissibilità – Funzionalità - Ristrutturazione coordinata tra le società.

Data di riferimento: 
13/02/2019

Tribunale di Bergamo – Finanziamenti prededucibili in funzione di una procedura concordataria ovvero di un accordo di ristrutturazione.

Tribunale di Bergamo, 26 giugno 2014 – Pres., Est. Vitiello.

 

Prededuzione Finanziamenti – Art. 182 quinquies L.F. – Migliore soddisfazione dei creditori – Verifica della veridicità dei dati – Necessità.

 

Prededuzione Finanziamenti – Attestazione del professionista – Prospettiva di un piano concordatario o di un accordo di ristrutturazione dei debiti – Distinzione.

 

Data di riferimento: 
26/06/2014

Tribunale di Bergamo - Accordi di ristrutturazione e formazione delle classi,

Tribunale Bergamo, 27 gennaio 2012 - - Pres., est. Alfani.

Accordo di ristrutturazione dei debiti - Suddivisione dei creditori in classi - Ammissibilità - Rispetto della par condicio creditorum - Irrilevanza - Garanzia di pagamento dei creditori estranei mediante deposito.

Data di riferimento: 
27/01/2012

Tribunale di Bergamo – Accordi di ristrutturazione dei debiti - Presupposti.

Tribunale di Bergamo, 05 maggio 2011 - Pres. Alfani - Est. Gaballo.

La società che propone un accordo di ristrutturazione dei debiti può prendere in esame la complessiva posizione debitoria facendo riferimento a una data di non molto precedente rispetto a quella di presentazione della proposta, anche se in tale periodo intermedio vengono a maturarsi ulteriori debiti. (dott.ssa Irma Giovanna Antonini - Riproduzione riservata)

Data di riferimento: 
05/05/2011