Art. 118. - Casi di chiusura., Corte di Cassazione

Corte di Cassazione (5892/2018) – Censure proponibili in sede di reclamo ex art. 119 l. fall. contro il decreto di chiusura del fallimento.

Cassazione civile, sez. I, 28 Marzo 2018, n. 5892. Pres. Didone Antonio, rel. Campanese Eduardo.

Reclamo ex art. 119 contro il decreto di chiusura del fallimento – Censure contro le modalità di gestione della procedura – Improponibilità.

Data di riferimento: 
28/03/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (16180/2017) – Irrilevanza della intervenuta desistenza da parte dei creditori istanti in pendenza del giudizio di reclamo.

Cassazione civile, sez. I, 28 Giugno 2017, n. 16180. Est. Fichera.

Giudizio di reclamo ex art. 18 l.fall. contro la sentenza dichiarativa di fallimento - Sopravvenuta desistenza dei creditori istanti - Rilevanza ai fini della revoca del fallimento - Esclusione

Data di riferimento: 
28/06/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (4021/17) – Effetti del deposito di domande tardive dopo l’istanza di chiusura del fallimento ex art. 118 l.f. per mancanza di domande di ammissione al passivo.

Cassazione civile, sez. I, 15 Febbraio 2017, n. 4021 – Aniello Nappi, pres. - Renato Bernabai, rel.

Fallimento – Istanza di chiusura della procedura – Successivo deposito di  domande di ammissione al passivo – Ostatività alla chiusura della procedura – Sussistenza.

Data di riferimento: 
15/02/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (608/17) – Compatibilità fra procedura fallimentare e misure di prevenzione antimafia.

Cassazione civile, sez. I, 12 Gennaio 2017, n. 608 – Aniello Nappi, pres. - Massimo Ferro - rel.

Fallimento – Sequestro preventivo antimafia – Compatibilità tra le due procedure

Data di riferimento: 
12/01/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (16278/2016) – Revoca della sentenza di fallimento per desistenza dell’unico creditore istante: necessità che la stessa abbia luogo prima della pubblicazione di quella decisione.

Corte di Cassazione, Sez. VI, 03 agosto 2016 n. 16278 – Pres. Vittorio Ragonesi, Rel. Giacinto Bisogni.

Dichiarazione di fallimento – Istanza di un solo creditore – Successiva desistenza – Anteriorità rispetto alla sentenza – Revoca – Posteriorità – Ininfluenza – Interesse pubblico alla prosecuzione della procedura.

Data di riferimento: 
03/08/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Condizione di ammissibilità di una impugnazione promossa nei confronti di una società già fallita, ritornata in bonis.

 

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 22 giugno 2016 n. 12879 - Pres. Vivaldi, Rel. Frasca.

 

Chiusura del fallimento – Capacità della società - Potere di rappresentanza degli amministratori –Riacquisto – Società tornata in bonis –– Ricorso in Cassazione nei suoi confronti – Indicazione e prova dell’evento  - Onere gravante sul ricorrente - Condizione di ammissibilità.

 

Data di riferimento: 
22/06/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Carenza di potere degli organi fallimentari dopo la chiusura del fallimento e giuridica inesistenza dei provvedimenti emessi.

Corte di Cassazione, Sez. II, 14 dicembre 2015 n. 25135 – Pres. Piccialli, Rel. Lombardo.

Fallimento – Chiusura – Organi fallimentari – Decadenza – Provvedimenti emessi – Giuridica inesistenza – Azione di accertamento – Proponibilità senza limiti di tempo.

Fallimento – Chiusura – Atti del giudice delegato – Inefficacia – Azione di accertamento - Proposizione - Soggetto legittimato.

Data di riferimento: 
14/12/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Chiusura e revoca del fallimento: capacità processuale del fallito tornato in bonis nel giudizio di opposizione al passivo interrotto.

Cassazione civile, sez. VI., 29 maggio 2013, n. 13337 – Pres. Di Palma, Rel. De Chiara.

Fallimento – Chiusura – Revoca – Opposizione allo stato passivo – Interruzione del processo – Riassunzione – Prosecuzione – Fallito tornato in bonis – Capacità processuale.

 

Data di riferimento: 
29/05/2013
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Sospensione feriale dei termini: insinuazioni al passivo e udienza di verifica

Cassazione civile, Sez. I, 24 luglio 2012 n. 12960 - Dott. Plenteda Presidente - Dott. Cristiano Relatore

Fallimento - Termini - Domande di ammissione al passivo - Esame stato passivo - Adunanza di verifica - Sospensione feriale - Termini processuali - Tassatività art. 92 R.D. n.12/1941 - Insinuazioni tardive - Art. 93 l.fall. - Decadenza - Art. 94 l.fall. - Natura giurisdizionale e decisoria del procedimento di accertamento del passivo - Differimento udienza - Diritto di difesa dell'istante - Art. 118, n.1, l.fall.

Data di riferimento: 
24/07/2012
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione - Partecipazione alla procedura degli eredi del fallito ex art. 12 secondo comma l.f.

Cassazione civile, Sez. I, 22 luglio 2011 n. 16115 - Dott. Rovelli Presidente - Dott. Schirò Relatore

Eredi del fallito - Diritto alla partecipazione alla procedura - Partecipazione attiva - Informazioni sullo stato della procedura - Mancata nomina di un rappresentante - Finalità art. 12 II° comma l.f.

Data di riferimento: 
22/07/2011
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine