Art. 161. - Domanda di concordato., Tribunale di Torino

Tribunale di Torino – Deposito di una domanda di ammissione a concordato con riserva in pendenza di procedure prefallimentari ed obblighi cui il ricorrente è tenuto al fine di escludere possibili abusi.

Tribunale di Torino, Sez. fall., 25 gennaio 2017 - Pres. Vittoria Nosengo, Rel. Manuela Massino.

Concordato con riserva – Domanda depositata in pendenza di procedure prefallimentari – Tribunale – Disposizioni volte ad evitare abusi -  Obblighi informativi periodici - Operazioni non consentite.

Data di riferimento: 
25/01/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Torino – Concordato preventivo: ragionevole certezza della specifica utilità per i creditori; affitto d’azienda e continuità.

Tribunale di Torino, 25 gennaio 2017 – Est. dott.ssa Maurizia Giusta.

Concordato preventivo – Art. 161, co. 2, lett. e) – Utilità specificamente individuata ed economicamente valutabile prospettata dal debitore a ciascun creditore – Ragionevole certezza.

Concordato preventivo – Continuità aziendale – Prosecuzione dell’attività d’impresa mediante società controllate – Liquidazione di beni non funzionali all’esercizio dell’impresa.

Data di riferimento: 
25/01/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Torino - Concordato con riserva, divieto di pagamento, prima dell’omologazione, dell’attestatore e dei professionisti incaricati della preparazione della domanda.

Tribunale di Torino, 25 Gennaio 2017 – Vittoria Nosengo, pres. – Maurizia Giusta, giudice -  Manuela Massino, rel.

Concordato preventivo con riserva - Pagamento dell’attestatore e dei professionisti incaricati della preparazione della domanda - Divieto – Improcedibilità della domanda.

Data di riferimento: 
25/01/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Torino – Il reato di cui all’art. 236 bis L.F. e la consapevole violazione dell’incarico da parte del professionista attestatore.

Tribunale di Torino 16 luglio 2014   - Est. Macchioni

Concordato preventivo - Attestazione del professionista –  Ipotesi di reato di cui all’art. 236 bis L.F. – Dolo generico dell’attestatore desumibile dalla sua stessa qualifica professionale.

Data di riferimento: 
16/07/2014
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]