Art. 161. - Domanda di concordato.

Corte di Cassazione (8970/2019) – Consecuzione tra concordato e fallimento e decorrenza del termine per la proposizione dell'azione revocatoria fallimentare. Compensazione delle spese processuali.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 29 marzo 2019, n. 8970 – Pres. Rosa Maria Di Virgilio, Rel. Loredana Nazzicone.

Dichiarazione di fallimento – Consecuzione con la procedura di concordato preventivo -  Termini per la proposizione dell'azione revocatoria fallimentare – Regime vigente prima dell'introduzione dell'art. 69 bis L.F. - Decorrenza -  Data del decreto di ammissione alla procedura minore.

Data di riferimento: 
29/03/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (7577/2019) – Attestazione del professionista presentata dopo il deposito della domanda di concordato con riserva ma nel termine di cui all’art. 161, comma 6, l.fall.

Cassazione civile, sez. I, 18 Marzo 2019, n. 7577. Pres. Giulia Iofrida. Est. Pazzi.

Concordato preventivo con riserva - Termine per presentare la proposta - Deposito della proposta - Documentazione ex art. 161 l.fall. - Integrazione successiva - Ammissibilità - Fattispecie

Data di riferimento: 
18/03/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Reggio Emilia – Deposito di una domanda di concordato "in bianco " e inaccoglibilità dell'istanza di rilascio di un DURC, in assenza di un piano che preveda l'impegno al pagamento degli anteriori crediti contributivi.

Tribunale di Reggio Emilia, Sez. Lavoro, 12 marzo 2019 – Pres. Francesco Parisoli, Rel. Elena Vezzosi, Giud. Simona Boiardi.

Domanda di concordato c.d. "in bianco" – Deposito – Crediti contributivi anteriori - Mancato pagamento – Istanza di rilascio del Durc regolare – Inaccoglibilità -  Art. 5, comma 1, del D.M. 30 gennaio 2015 – Riferimento al solo  concordato con continuità aziendale – Disposizione speciale – Inapplicabilità a quella diversa ipotesi.

Data di riferimento: 
12/03/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Catania – Istanza di fallimento e contestuale istanza di pronuncia di provvedimenti cautelari e conservativi ex art. 15, ottavo comma, L.F.: accoglibilità anche in caso di domanda di concordato preventivo.

Tribunale di Catania, 28 febbraio 2019 – Giudice Est.  Alessandra Bellia.

Istanza di fallimento – Soggetto fallendo - Domanda di concordato preventivo – Successiva presentazione   Provvedimenti cautelari e conservativi – Possibile pronuncia  -  Coesistenza tra procedure – Irrilevanza. 

Data di riferimento: 
28/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (5653/2019) - Concordato preventivo: non rientra nell'alveo della verifica della fattibilità giuridica demandata al tribunale il controllo delle regolarità e attendibilità delle scritture contabili del proponente.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 26 febbraio 2019, n. 5653 – Pres. Carlo De Chiara, Rel. Guido Mercolino.

Concordato preventivo – Fattibilità giuridica –  Scritture contabili del proponente – Regolarità e attendibilità – Controllo da svolgersi da parte del tribunale – Esclusione – Completezza dei dati aziendali e criteri di giudizio - Attestazione del professionista – Rispondenza di tale atto - Solo sindacato consentito.

Data di riferimento: 
26/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bergamo – Concordato preventivo in bianco: possibilità che la domanda di sospensione di contratti in corso venga presentata ancor prima dell'ammissione e senza l'indicazione dell'indennizzo spettante alla controparte.

Tribunale di Bergamo, Sez. II civ., 20 febbraio 2019 – Pres. Rel. Laura De Simone, Giud. Giovanna Golinelli e Giovanni Panzeri.

Concordato in bianco – Presentazione del ricorso – Ammissione alla procedura non ancora avvenuta – Contratti in corso -  Domanda di sospensione – Accoglibilità – Elementi giustificativi della richiesta – Precisazione – Presupposto necessario.

Data di riferimento: 
20/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (25210/2018) – Presentazione di una domanda di concordato preventivo al palese scopo di differire la dichiarazione di fallimento ed abuso del processo.

Cassazione civile, sez. VI, 11 Ottobre 2018, n. 25210. Pres. Rosa Maria Di Virgilio, rel. Francesco Terrusi.

Presentazione di una domanda di concordato preventivo al palese scopo di differire la dichiarazione di fallimento - Abuso del processo – Configurabilità.

Data di riferimento: 
20/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Rimini – Concordato prenotativo: valutazione del tribunale im merito alla "convenienza" dell'apertura di una gara competitiva ex art. 163 bis L.F.

Tribunale di Rimini, Sez. Unica Civile – Uff. Fall., 14 febbraio 2019 – Pres. Francesca Miconi, Rel. Silvia Rossi, Giud. Maria Carla Corvetta.

Concordato prenotativo – Presentazione della proposta del piano – Termine non ancora scaduto – Domanda di apertura di una gara competitiva – Tribunale - Mancata autorizzazione – Impossibilità di una decisione circa la sua convenienza.

Data di riferimento: 
14/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Venezia – Concordato preventivo: possibilità che il tribunale, con riferimento ad un istanza di scioglimento di un contratto di leasing, autorizzi la sospensione temporanea, inaudita altera parte, dello stesso.

Tribunale Ordinario di Venezia, Sez. Fallimentare, 14 febbraio 2019 – Pres. Daniela Bruni, Rel. Gabriella Zanon , Giud. Martina Gasparini.

Concordato preventivo – Domanda di ammissione - Scioglimento di un contratto di leasing - Contestuale richiesta – Convocazione della controparte - Periodo di tempo necessario - Pregiudizio per la massa  - Possibile causazione - Sospensione temporanea – Istanza di autorizzazione  inaudita altera parte – Terzo contraente – Assenza di pregiudizio definitivo –  Accoglimento.

Data di riferimento: 
14/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (2664/2019) - Concordato preventivo e richiesta di restituzione del "finanziamento" in precedenza accordato, quale forma di intervento di sostegno pubblico all' impresa: natura privilegiata di quel credito.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 30 gennaio 2019 n. 2664 – Giud.  Aldo Angelo  Dolmetta.

SACE – Finanziamento in precedenza accordato – Impresa beneficiaria – Ammissione a concordato preventivo – Revoca dell'intervento – Natura di sostegno pubblico – Credito per la restituzione - Art. 9, comma 5, del D. Lvo. n. 123/1998 – Privilegio – Riconoscibilità. 

Data di riferimento: 
30/01/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine