Art. 163. - Ammissione alla procedura e proposte concorrenti.

Tribunale di Bolzano - Proposta di concordato che preveda la cessione dell'azienda ad un acquirente già individuato: problematiche relative allo svolgimento della procedura competitiva di cui all'art. 163 bis L.F.

Tribunale di Bolzano, Uff. Fall.,  09 maggio 2018 – Pres. Rel. Francesca Bortolotti, Giud. Massimiliano Segarizzi e Cristina Longhi.

Proposta di concordato preventivo - Continuità indiretta  - Offerta d'acquisto d'azienda già pervenuta - Procedura competitiva ex art. 163 bis L.F. - Svolgimento imprescindibile – Urgenza – Autorizzazione del tribunale -  Stima di un operatore esperto – Presupposto non necessario.

Data di riferimento: 
09/05/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Pescara – Concordato preventivo: perentorietà del termine per il deposito da parte del proponente delle somme necessarie allo svolgimento della procedura. Ipotesi di possibile rimessione in termini.

Tribunale di Pescara, Sez. Fall., 26 aprile 2018 – Pres. Angelo Mariano Bozza, Rel. Federica Colantonio, Giud. Domenica Capezzera.

Concordato preventivo – Ammissione – Svolgimento della procedura -  Proponente – Deposito delle somme necessarie – Termine di quindici giorni – Perentorietà – Comportamento diligente del debitore – Ritardo non colpevole – Rimissione in termini – Ipotesi possibile.

Data di riferimento: 
26/04/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Crotone – Apertura del concordato preventivo: possibile pagamento immediato in prededuzione dei compensi professionali.

Tribunale di Crotone, Sez.civile – Procedure concorsuali, 05 aprile 2018 – Pres. Rel. Emmanuele Agostini, Giud. Alessandra Angiuli e Davide Rizzuti.

Concordato preventivo – Apertura – Professionisti – Attività previste dalla legge o dalla prassi – Svolgimento –  Atti di ordinaria amministrazione – Compensi spettanti - Pagamento immediato – Prededuzione – Ammissibilità - Autorizzazione del tribunale.

Data di riferimento: 
05/04/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Crotone – Concordato preventivo e perentorietà del termine per il deposito delle somme necessarie allo svolgimento della procedura: ipotesi che non escludono l'effetto decadenziale in caso di mancato rispetto.

Tribunale di Crotone, Uff. Esecuzioni e Proc. Concorsuali, 21 febbraio 2018 – Pres. Antonio Barbetta, Rel. Emmanuele Agostini, Giud. Davide Rizzuti.

Concordato preventivo – Apertura - Svolgimento della procedura – Tribunale - Termine per il deposito della somma necessaria - Ricorrente – Mancato rispetto – Deposito con pochi giorni di ritardo – Circostanza non idonea ad escludere la decadenza.

Data di riferimento: 
21/02/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (2810/2018) – Fallimento: possibilità di desumere lo stato di insolvenza dall’incapacità, da parte della debitrice, di soddisfare, nel corso del precedente concordato, le spese di procedura.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 06 febbraio 2018 n. 2810 – Pres. Annamaria Ambrosio, Rel. Giuseppe Fichera.

Concordato preventivo – Ammissione – Spese di procedura -  Soddisfazione – Debitore – Incapacità manifesta – Sede fallimentare – Indice di insolvenza – Valutazione di merito corretta.

Data di riferimento: 
06/02/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (2729/2018) – Proposta di versamento della cauzione di cui all’art. 163 l.f. mediante finanziamento bancario e diritto del tribunale a richiedere una dichiarazione d’obbligo del fideiussore.

Cassazione civile, sez. VI, 05 Febbraio 2018, n. 2729. Presidente Andrea Scaldaferri, rel. Giacinto Bisogni.

Cauzione per le spese di procedura ex art. 163 l.f. - Dichiarazione di volersi avvalere di finanziamento bancario - Richiesta del tribunale di una dichiarazione d’obbligo del fideiussore – Omesso deposito – Dichiarazione di fallimento.

Data di riferimento: 
05/02/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (2729/2018) – Concordato preventivo: necessità per il proponente di munirsi di una “dichiarazione d’obbligo” che attesti la disponibilità della banca a finanziare, come ipotizzato nel piano, le spese di procedura.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ., 05 febbraio 2018 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Giacinto Bisogni.

Concordato preventivo – Proposta – Spese di procedura – Finanziamento bancario – Previsione – Tribunale – Fattibilità economica del piano – Valutazione – Presupposto d’idoneità richiesto - Istituto bancario – Dichiarazione d’obbligo – Rilascio.

Data di riferimento: 
05/02/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Napoli – Concordato continuità aziendale: verifica da parte del tribunale della fattibilità del piano in specie con riferimento alla formazione delle classi e con riguardo alla proponibilità di domande concorrenti.

Tribunale di Napoli, 02 febbraio 2018 – Giudice Fabio Maffei.

Concordato preventivo – Presentazione di domande concorrenti  - Soggetto non creditore -  Mandato conferitogli - Gestione di crediti altrui – Cessione di crediti  meramente "nominale " – Carenza di legittimazioneConsiderazione necessaria - Soggetto già creditore, anche acquirente di ulteriori crediti – Presupposto necessario.

Data di riferimento: 
02/02/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Monza – Rinuncia alla domanda di concordato preventivo e proposizione di una domanda ex art. 182 bis L.F. Necessaria sospensione dell'esame dell'istanza di fallimento proposta dal P.M. nel corso della prima procedura.

Tribunale di Monza, 11 gennaio 2018.

Concordato preventivo – Ammissione – Procedura in corso – Rinuncia da parte del proponente – Presentazione di una nuova domanda di concordato – Inammissibilità – Necessaria unicità della procedura – Istanza del P.M. - Possibile pronuncia del fallimento.

Data di riferimento: 
11/01/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d’Appello di Palermo – Concordato preventivo: verifica da parte del Tribunale, in sede di omologa, del rispetto della percentuale minima di soddisfazione da assicurare ai chirografari.

Corte d’Appello di Palermo, Sez. III civ., 28 dicembre 2017  - Pres. Michele Perriera, Cons. Rel. Giulia Maisano, Cons. Gioacchino Mitra.

Procedura di concordato preventivo – Avanzamento progressivo – Fase conclusiva – Omologazione – Regolarità fino al quel momento della procedura – Rispetto del minimo da assicurare ai creditori – Verifica – Precedente ammissione – Effetto preclusivo – Esclusione.

Data di riferimento: 
28/12/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine