istruttoria prefallimentare, Corte d'Appello di Bologna

Corte d’Appello di Bologna - Termine e competenza per la dichiarazione di fallimento di società cancellata dal registro delle imprese, in particolare a seguito di trasferimento all'estero.

 

Corte d’Appello di Bologna 27 gennaio 2015 – Pres. Colonna  - Est. Pilati.

 

Fallimento – Cancellazione dal registro delle imprese – Termine annuale – Necessità della contestuale cessazione dell'attività.

 

Fallimento – Trasferimento della sede sociale all'estero - Cancellazione dal registro delle imprese – Inapplicabilità dell'art.10 L.F. - Continuità giuridica - Prosecuzione dell'attività d'impresa.

 

Data di riferimento: 
27/01/2015

Corte d’Appello di Bologna – Nullità della notifica effettuata a mezzo PEC ex art. 15 l. fall. a società diversa dalla destinataria.

Corte d’Appello di Bologna, sez. III, 20 ottobre 2014, n. 2158 – Pres. Colonna, Rel. Florini.

 

Fallimento – Art. 15 l. fall. – Notifica a mezzo PEC effettuata a società diversa dalla destinataria – Non perfezionata – Irrilevante l’inoltro alla destinataria.

 

Fallimento – Art. 15 l. fall. – Notifica a mezzo PEC effettuata a società diversa dalla destinataria – Nullità – Rimessione del giudizio al tribunale ex art. 354 c.p.c. – Nullità della sentenza di fallimento. 

 

Data di riferimento: 
20/10/2014

Corte d’Appello di Bologna – Notifica a mezzo pec dell’istanza di fallimento e relativo decreto di convocazione.

Reclamo ex art. 18 l.f.

Corte d’Appello di Bologna, Sez.III, 30 Maggio 2014 - Dott. Giuseppe Colonna Presidente, Estensore.

Notificazione a mezzo pec – mancata apertura del messaggio - irrilevanza.

Data di riferimento: 
30/05/2014

Corte d’Appello di Bologna – Dichiarazione di fallimento: in caso di trasferimento fittizio della sede sociale all’estero sussiste la giurisdizione del giudice italiano.

Reclamo ex art. 18 l.f.

 

Corte d’Appello di Bologna, sez. III, 21 maggio 2014, n. 541 – Pres. Colonna, Rel. Salvatore.

 

Procedimento per la dichiarazione di fallimento – Trasferimento della sede sociale all’estero – Dopo il deposito dell’istanza di fallimento – Giurisdizione italiana – Prima del deposito dell’istanza di fallimento – Competenza del giudice dello Stato in cui si trova il centro di interessi principali dell’impresa – Presunzione di coincidenza con la sede legale dell’impresa.

 

Data di riferimento: 
21/05/2014

Corte d’Appello di Bologna – Obblighi informativi nel concordato “in bianco” e sospensione dei termini feriali.

 

Reclamo ex art. 18 l.f.

 

Corte d’Appello di Bologna 18 dicembre 2013 - Pres. Colonna - Est. Emilia Salvatore.

 

 Concordato preventivo con riserva - - Sospensione feriale del termine fissato dal tribunale per il deposito della proposta, del piano e della documentazione - Esclusione. 

 

L’assolvimento dell’obbligo informativo di presentazione delle relazioni periodiche previsto per il concordato cd. “in bianco” non è sottoposto alla sospensione dei termini feriali.

Data di riferimento: 
18/12/2013

Corte d’Appello di Bologna – Concordato preventivo: il giudizio di merito sulla fattibilità del piano è riservato ai creditori e precluso al Tribunale.

Corte d’Appello di Bologna, 7 novembre 2013, Pres. Colonna, Rel. Guernelli.

Reclamo ex art. 18 l. fall.

Concordato preventivo – Fattibilità del piano – Controllo di legittimità – Fattibilità giuridica – Realizzabilità – Causa concreta – Ingerenza del Tribunale nel merito – Giudizio di convenienza.

Art. 161 l. fall. – Termine di pagamento – Mancata indicazione – Deducibilità dalle altre determinazioni del piano – Vaglio dei creditori.

Data di riferimento: 
07/11/2013

Corte d'Appello di Bologna - Valutazione dello stato di insolvenza e criterio esclusivamente patrimoniale

Appello Bologna, 12 luglio 2011 - Pres. Plati - Est. Anna Maria Drudi.

Dichiarazione di fallimento - Stato d'insolvenza - Criterio di valutazione esclusivamente patrimoniale - Inadeguatezza.

Data di riferimento: 
12/07/2011