istruttoria prefallimentare, Corte d'Appello di Bologna

Corte d'Appello di Bologna – Non assoggettabilità a fallimento delle società start up innovative, anche in caso di loro cancellazione tout court dal Registro delle Imprese, se non dopo cinque anni dalla loro costituzione.

Corte d'Appello di Bologna, Sez. I civ., 24 ottobre 2018 – Pres. Roberto Aponte, Cons. Rel. Manuele Velotti, Cons. Pietro Guidotti.

Società start up innovative  - Non assoggettabilità  a procedure concorsuali – Cinque anni dalla  costituzione – Durata dell'esenzione – Cancellazione tout court dal Registro delle Imprese – Irrilevanza.

Data di riferimento: 
24/10/2018

Corte d’Appello di Bologna - Termine e competenza per la dichiarazione di fallimento di società cancellata dal registro delle imprese, in particolare a seguito di trasferimento all'estero.

 

Corte d’Appello di Bologna 27 gennaio 2015 – Pres. Colonna  - Est. Pilati.

 

Fallimento – Cancellazione dal registro delle imprese – Termine annuale – Necessità della contestuale cessazione dell'attività.

 

Fallimento – Trasferimento della sede sociale all'estero - Cancellazione dal registro delle imprese – Inapplicabilità dell'art.10 L.F. - Continuità giuridica - Prosecuzione dell'attività d'impresa.

 

Data di riferimento: 
27/01/2015

Corte d’Appello di Bologna – Nullità della notifica effettuata a mezzo PEC ex art. 15 l. fall. a società diversa dalla destinataria.

Corte d’Appello di Bologna, sez. III, 20 ottobre 2014, n. 2158 – Pres. Colonna, Rel. Florini.

 

Fallimento – Art. 15 l. fall. – Notifica a mezzo PEC effettuata a società diversa dalla destinataria – Non perfezionata – Irrilevante l’inoltro alla destinataria.

 

Fallimento – Art. 15 l. fall. – Notifica a mezzo PEC effettuata a società diversa dalla destinataria – Nullità – Rimessione del giudizio al tribunale ex art. 354 c.p.c. – Nullità della sentenza di fallimento. 

 

Data di riferimento: 
20/10/2014

Corte d’Appello di Bologna – Notifica a mezzo pec dell’istanza di fallimento e relativo decreto di convocazione.

Reclamo ex art. 18 l.f.

Corte d’Appello di Bologna, Sez.III, 30 Maggio 2014 - Dott. Giuseppe Colonna Presidente, Estensore.

Notificazione a mezzo pec – mancata apertura del messaggio - irrilevanza.

Data di riferimento: 
30/05/2014

Corte d’Appello di Bologna – Dichiarazione di fallimento: in caso di trasferimento fittizio della sede sociale all’estero sussiste la giurisdizione del giudice italiano.

Reclamo ex art. 18 l.f.

 

Corte d’Appello di Bologna, sez. III, 21 maggio 2014, n. 541 – Pres. Colonna, Rel. Salvatore.

 

Procedimento per la dichiarazione di fallimento – Trasferimento della sede sociale all’estero – Dopo il deposito dell’istanza di fallimento – Giurisdizione italiana – Prima del deposito dell’istanza di fallimento – Competenza del giudice dello Stato in cui si trova il centro di interessi principali dell’impresa – Presunzione di coincidenza con la sede legale dell’impresa.

 

Data di riferimento: 
21/05/2014

Corte d’Appello di Bologna – Obblighi informativi nel concordato “in bianco” e sospensione dei termini feriali.

 

Reclamo ex art. 18 l.f.

 

Corte d’Appello di Bologna 18 dicembre 2013 - Pres. Colonna - Est. Emilia Salvatore.

 

 Concordato preventivo con riserva - - Sospensione feriale del termine fissato dal tribunale per il deposito della proposta, del piano e della documentazione - Esclusione. 

 

L’assolvimento dell’obbligo informativo di presentazione delle relazioni periodiche previsto per il concordato cd. “in bianco” non è sottoposto alla sospensione dei termini feriali.

Data di riferimento: 
18/12/2013

Corte d’Appello di Bologna – Concordato preventivo: il giudizio di merito sulla fattibilità del piano è riservato ai creditori e precluso al Tribunale.

Corte d’Appello di Bologna, 7 novembre 2013, Pres. Colonna, Rel. Guernelli.

Reclamo ex art. 18 l. fall.

Concordato preventivo – Fattibilità del piano – Controllo di legittimità – Fattibilità giuridica – Realizzabilità – Causa concreta – Ingerenza del Tribunale nel merito – Giudizio di convenienza.

Art. 161 l. fall. – Termine di pagamento – Mancata indicazione – Deducibilità dalle altre determinazioni del piano – Vaglio dei creditori.

Data di riferimento: 
07/11/2013

Corte d'Appello di Bologna - Valutazione dello stato di insolvenza e criterio esclusivamente patrimoniale

Appello Bologna, 12 luglio 2011 - Pres. Plati - Est. Anna Maria Drudi.

Dichiarazione di fallimento - Stato d'insolvenza - Criterio di valutazione esclusivamente patrimoniale - Inadeguatezza.

Data di riferimento: 
12/07/2011