Art. 44 - Accesso al concordato preventivo e al giudizio per l'omologazione degli accordi di ristrutturazione., sovraindebitamento

Corte di Cassazione (34105/2019) – Procedure di composizione della crisi di cui alla L. 3/2012: assenza di norme che ne prevedano l'inammissibilità in caso di mancato deposito delle somme necessarie al loro svolgimento.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 19 dicembre 2019, n. 34105 - Pres. Antonio Didone, Rel. Paola Vella. 

Sovraindebitamento - Procedure di composizione della crisi  - Necessario deposito preventivo di una somma per le spese  - Condizione di ammissibilità - Esclusione - Compenso finale dellOCC - Possibità di disporre solo  il versamento di  acconti - Normativa difforme da quella relativa all'ipotesi di concordato preventivo.

Data di riferimento: 
19/12/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Rimini – Socio di società di persone avente debiti personali e sociali: ammissione alla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento dell’accordo ex L. 3/2012.

Tribunale di  Rimini, Sez. Civile, 9 marzo 2019 – G.D. Francesca Miconi.

Crisi da sovraindebitamento –  Socio  – Debiti sociali – Debiti personali –Accordo con i creditori – Ammissibilità.

Data di riferimento: 
09/03/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Ravenna - Piano del consumatore: verifica del tribunale in relazione alla fattibilità giuridica ed al limite di durata.

Tribunale di Ravenna, 10 Marzo 2017 – dott. Alessandro Farolfi, giudice delegato.

Sovraindebitamento – Piano del consumatore – Verifica della fattibilità giuridica – Ratio

Sovraindebitamento – Assenza di attestazione di cui all’art. 7 co.1 L.3/2012 – Inammissibilità della proposta - Piano di risanamento che evolva per una durata futura superiore a 5 anni - Inammissibilità della proposta.

Data di riferimento: 
10/03/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]