subordinato

Corte di Cassazione (6521/2017) – Diritto del lavoratore licenziato dal curatore senza la concessione del periodo di preavviso alla relativa indennità.

Corte di Cassazione, Sez. I pen., 14 marzo 2017 n.6521 – Pres. Rosa Maria Di Virgilio, Rel. Antonio Genovese.

Fallimento - Rapporto di lavoro subordinato – Scioglimento per decisione del curatore – Mancata concessione del periodo di preavviso – Indennità sostitutiva –  Alternativa al trattamento di Cassa integrazione guadagni straordinaria – Insinuazione al passivo per il pagamento – Diritto da riconoscersi al dipendente.

Data di riferimento: 
14/03/2017

Corte di Cassazione (4521/2017) – Compensazione delle spese in sede di giudizio di opposizione allo stato passivo in presenza di gravi ed eccezionali ragioni: necessaria motivazione.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ - 1, 21 febbraio 2017 n. 4521 – Pres. Vittorio Ragonesi, Rel. Francesco Antonio Genovese.

Fallimento – Illegittimo licenziamento collettivo – Crediti di lavoro - Domanda di ammissione al passivo – Giudizio di opposizione – Esperimento di prove testimoniali e CTU – Compensazione delle spese – Motivazione – Presenza di gravi ed eccezionali ragioni – Necessaria indicazione.

Data di riferimento: 
21/02/2017

Tribunale di Milano – Prescrizione presuntiva ex art. 2955 c.c. del credito del prestatore di lavoro e formula del giuramento de scientia deferibile al curatore fallimentare ex art 2960 c.c..

Tribunale di Milano, 16 Febbraio 2017. Pres., rel. Caterina Macchi.

Accertamento del passivo - Prescrizione presuntiva ex art. 2955 c.c. – Eccezione del curatore - Giuramento de scientia – Deferibilità al curatore e formula

Data di riferimento: 
16/02/2017

Tribunale di Vicenza – Fallimento: ammissione al passivo, in sede di opposizione, dell’indennità di preavviso spettante al dipendente licenziato dal curatore e condanna della curatela al pagamento delle spese.

Tribunale di Vicenza 14 febbraio 2017 – Pres. G. Campo, Rel. S. Pitinari.

Fallimento – Curatore – Cessazione dell’attività  - Licenziamento del lavoratore – Indennità sostitutiva del preavviso – Stato passivo –  Necessaria ammissione – Misura prevista dal contratto collettivo – Rivalutazione - Riconoscimento.

Data di riferimento: 
14/02/2017

Corte di Cassazione (2975/2017) – Fallimento dell’impresa datrice di lavoro: interesse del dipendente, in precedenza illecitamente licenziato, al ripristino del rapporto.

Corte di Cassazione, Sez. IV lavoro, 03 febbraio 2017 n. 2975 – Pres. Giuseppe Napoletano, Rel. Antonio Manna.

Impresa datrice di lavoro - Illecito licenziamento di un dipendente – Successivo fallimento – Lavoratore – Azione in giudizio per il reintegro - Sentenza del giudice del lavoro – Invalidazione del recesso – Decisioni conseguenti -  Ripristino del rapporto – Ricostruzione di tutti gli effetti utili – Contenuto necessario - Rispetto dell’interesse e della volontà del lavoratore.

Data di riferimento: 
03/02/2017

Corte di Cassazione – Insinuazione al passivo da parte del dipendente per retribuzioni e per contributi previdenziali non versati dal datore di lavoro.

Corte di Cassazione, Sez. I civ. 17 novembre 2016 n. 23426 – Pres. Bernabei, Rel. Di Marzio.

Ammissione al passivo - Credito - Dipendente - Legittimazione attiva - Retribuzione - Contributi previdenziali - Quota a carico del lavoratore.

 

Data di riferimento: 
17/11/2016

Corte d’Appello di Firenze – Fallimento del datore di lavoro: conseguenze dell’ammissione al passivo al netto delle ritenute di legge del credito per la retribuzione spettante al dipendente insoddisfatto.

Corte d’Appello di Firenze, 18 ottobre 2016 – Pres. Giovanni Bronzini, Rel. Elisabetta Tarquini.

Fallimento del datore di lavoro – Dipendente insoddisfatto – Retribuzione spettantegli – Stato passivo – Inserimento al lordo – Necessità - I.N.P.S. - Gestore del Fondo di garanzia -  Liquidazione – Ritenute fiscali – Trattenuta alla fonte – Legittimità.

Data di riferimento: 
18/10/2016

Corte di Cassazione (19596/2016) – Inapplicabilità dell’art. 421 c.p.c. sui poteri istruttori ufficiosi del giudice al giudizio di opposizione allo stato passivo del fallimento.

Cassazione civile, sez. I, 30 Settembre 2016, n. 19596. Est. Bisogni.

Opposizione allo stato passivo - Credito di lavoro – Poteri istruttori del giudice - Art. 421 c.p.c. – Inapplicabilità.

Data di riferimento: 
30/09/2016

Corte di Cassazione (19308/2016) – Fallimento e prosecuzione dei contratti di lavoro subordinato: decisione rimessa al curatore. Rispetto della doppia competenza esclusiva del tribunale del lavoro e fallimentare: ipotesi possibili.

Corte di Cassazione, Sez. IV lavoro, 29 settembre 2016 n. 19308 - Pres. Vittorio Nobile, Rel. Federico De Gregorio.

Fallimento del datore di lavoro – Liquidazione coatta amministrativa dell’azienda – Risoluzione del contratto di lavoro - Automatismo – Esclusione - Decisione demandata al curatore.

Data di riferimento: 
29/09/2016

Corte di Cassazione – Esame di tutte le domande tempestive quale presupposto per la formazione dello stato passivo e per l’emissione del decreto di esecutività. Riflessi pratici sulla decorrenza del termine per la trasmissione delle domande tardive.

Corte di Cassazione, sez. lav., 11 luglio 2016, n. 14099 – Pres. Nobile, Rel. Venuti.

Fallimento – Stato passivo – Formazione – Decreto di esecutività – Unitarietà del procedimento di formazione – Esame di tutte le domande – Decorrenza del termine per la trasmissione delle domande tardive.

Data di riferimento: 
11/07/2016

Pagine