concordato fallimentare, Art. 214. - Concordato.

Corte di Cassazione (10292/2018) - Concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria : applicabilità del disposto degli artt. 124 e 135 L.F.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 27 aprile 2018 n. 10292 – Pres. Antonio Didone, Rel. Francesco Terrusi.

Concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria -  Art. 8, terzo comma, del D. L. 70/2011 -  Limiti ex art. 124 L.F. - Applicabilità.

Concordato proposto in sede di amministrazione straordinaria – Art. 135 L.F. - Applicabilità – Crediti prededucibili - Infalcidiabilità.

Data di riferimento: 
27/04/2018

Corte di Cassazione - Liquidazione coatta amministrativa e limiti dell'interesse pubblico alla prosecuzione dell'attività.

Cassazione civile, sez. I 06 febbraio 2013, n. 2782 - Pres. Vitrone - Est. Ceccherini.

Concordato - In genere - Liquidazione coatta amministrativa - Interesse pubblico alla prosecuzione dell'attività di impresa - Tutela dell'unità dell'azienda nella fase di liquidazione - Compatibilità - Limiti - Sottrazione alla liquidazione di tutto o parte dell'attivo da destinarsi alla prosecuzione dell'impresa - Esclusione - Fondamento.

Data di riferimento: 
06/02/2013

Trib. Roma - Liquidazione coatta e autorizzazione dell'organo di vigilanza per la modifica della proposta di concordato.

Tribunale Roma, 03 novembre 2011 - Pres. Monsurrò - Est. Di Marzio.

Liquidazione coatta amministrativa - Proposta di concordato - Modifica della originaria proposta - Autorizzazione dell'autorità amministrativa - Necessità - Rilevabilità d'ufficio.

Data di riferimento: 
03/11/2011

Tribunale di Udine - Amministrazione straordinaria - Concordato - Disciplina applicabile.

Tribunale di Udine, 21.02.2008 - dott. Gianfranco Pellizzoni pres.rel.

Alla domanda di concordato, anche se depositata prima del 1.01.2008, deve ritenersi applicabile la novellata disciplina di cui all'art. 214 l.fall., introdotta dall'art. 18 del d. lgs. 12.09.2007, n. 169, che ha modificato la procedura riguardante la pubblicità della domanda di concordato e la comunicazione ai creditori, nonché i termini per l'eventuale opposizione dei creditori stessi e dei terzi interessati

Data di riferimento: 
21/02/2008