concordato fallimentare

Tribunale di La Spezia - Inammissibilità del concordato fallimentare per manifesta irragionevolezza dei pareri

Tribunale di La Spezia 29 gennaio 2008 - Est. Bellè.

Concordato fallimentare - Pareri del curatore e del comitato dei creditori - Manifesta irragionevolezza - Inammissibilità del concordato - Sussistenza.

La manifesta irragionevolezza del parere emesso dal comitato dei creditori e dal curatore è sindacabile da parte del giudice delegato e, in caso di positivo riscontro di tale vizio di legittimità, la proposta di concordato fallimentare va dichiarata improcedibile. (mb)

Data di riferimento: 
29/01/2008

Tribunale di La Spezia - Concordato fallimentare:proposta di pagamento integrale dei creditori - necessità di voto

Tribunale di La Spezia 23 novembre 2007 - Est. Bellè.

Concordato fallimentare - Proposta di pagamento integrale di tutti i creditori - Necessità di voto - Esclusione - Comunicazione ai creditori - Necessità.

Data di riferimento: 
23/11/2007

Tribunale di Salerno - Concordato fallimentare: cessione al fallito delle azioni della massa - inammissibilità

Tribunale di Salerno 6 novembre 2007 - Pres. Chianese, Est. Jachia.

Concordato fallimentare - Proposta con esborso notevolmente inferiore al patrimonio del fallito - Illegittimità.

Concordato fallimentare con assuntore - Cessione al fallito delle azioni della massa - Inammissibilità.

Data di riferimento: 
06/11/2007

TRANSAZIONE FISCALE E CHIARIMENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE DEL 10.04.2009.

Agenzia delle Entrate, circolare 10 aprile 2009, n. 14/E. Segnalazione dell'Avv. Paolo Porcari

Transazione fiscale - Nuove disposizioni normative - Trattamento del credito IVA e degli accessori - Regime transitorio - Credito tributario chirografario e classi di creditori.

L'Agenzia delle Entrate conferma che anche nell'ambito degli accordi di ristrutturazione dei debiti la proposta di transazione fiscale può prevedere il pagamento parziale o anche dilazionato del credito tributario (cfr. circolare 40/E/2008).

Circolare del Tribunale di Milano del 19.03.2008 - artt.106 1° co e 124 4° co. L.F.

La sezione fallimentare del Tribunale di Milano é intervenuta con una circolare con riferimento all'applicazione dell'art. 106 L.F. che, al primo comma, prevede la possibilità di cedere le azioni revocatorie concorsuali e con riferimento all'applicazione dell'art. 124 L.F., che al quarto comma prevede la possibilità di cessione delle azioni di pertinenza della massa.

Pagine