Art. 121 - Presupposti della liquidazione giudiziale., Tribunale di Bergamo

Tribunale di Bergamo – Il mancato deposito dei bilanci degli ultimi tre esercizi da parte del debitore, nei cui confronti è stata proposta istanza di fallimento, non impedisce allo stesso di provare con altri mezzi la propria non fallibilità.

Tribunale di Bergamo, Sez. II civ. - Fallimentare, 04 marzo 2020 – Pres. Laura De Simone, Rel. Elena Gelato, Giud. Giovanni Panzeri.

Istanza di fallimento – Debitore – Non fallibilità - Non superamento delle soglie di cui all’art. 1 L.F. – Prova - Situazione dimostrabile con ogni mezzo – Mancato deposito dei bilanci – Circostanza non decisiva.

Data di riferimento: 
04/03/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bergamo – Crisi da sovraindebitamento: inammissibilità della proposizione di un piano del consumatore da parte di un condominio.

Tribunale di Bergamo, 16 gennaio 2019 – Pres. Est. Giovanna Golinelli.

Crisi da sovraindebitamento – Composizione - Piano del consumatore – Proposizione da parte di un condominio – Inammissibilità – Non riconducibilità ad una persona fisica.

Data di riferimento: 
16/01/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bergamo – Squilibrio finanziario derivante dalla gestione di un nucleo familiare: possibilità che la "famiglia" sia ammessa quale soggetto unico ai procedimenti di risoluzione della crisi da sovraindebitamento.

Tribunale di Bergamo, Sez. II civ., 26 settembre 2018 - Giud. Giovanna Golinelli

Crisi da sovraindebitamento – Procedimenti di risoluzione – Componenti un un nucleo familiare – Accesso unitario – Ammissibilità.

Data di riferimento: 
26/09/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bergamo – Procedimento di composizione della crisi da sovraindebitamento: valutazione del giudice delegato circa la legittimità e la fattibilità della proposta.

 

Tribunale di Bergamo 31 marzo 2015 - Est. Vitiello

 

Composizione della crisi da sovraindebitamento – Convenienza della proposta – Giudizio riservato alla massa dei creditori – Valutazione del giudice delegato –Legittimità del procedimento e la fattibilità del piano.

 

Data di riferimento: 
31/03/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]