Art. 122 - Poteri del tribunale concorsuale.

Corte di Cassazione (25478/2019) Condizioni di fallibilità della società cooperativa che gestisce impianti sportivi e centri di fisioterapia.

Cassazione civile, sez. I, 10 Ottobre 2019, n. 25478. Pres. Didone. Est. Amatore.

Società cooperativa che gestisce impianti sportivi e centri di fisioterapia - Fallibilità - Presupposti – Scopo di lucro – Non essenzialità per il riconoscimento della qualità di imprenditore commerciale.

Data di riferimento: 
10/10/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (4893/2019) - Reclamo ex art. 18 l.fall. e possibilità per il debitore di indicare i mezzi di prova, anche per la prima volta, al fine di dimostrare la sussistenza dei limiti dimensionali di cui all'art. 1, comma 2, l.fall.

Cassazione civile, sez. VI, 19 Febbraio 2019, n. 4893. Est. Loredana Nazzicone.

Reclamo ex art. 18 l.fall. - Debitore non costituito innanzi al tribunale - Indicazione per la prima volta dei mezzi di prova - Ammissibilità

Data di riferimento: 
19/02/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Livorno – Inesistenza giuridica dei decreti del G. D. e del tribunale che dispongano l’acquisizione al fallimento di beni di terzi, sui quali gli stessi affermino sussistere un proprio diritto soggettivo.

Tribunale di Livorno 30 giugno 2016 – Pres. Luigi Nannipieri, Rel. Gianmarco Marinai, Giud. Franco Pastorelli.

Fallimento – Giudice delegato – Beni di terzi - Decreto di acquisizione – Ammissibilità -  Contestazioni relative all’appartenenza – Nullità del provvedimento – Contrasti da risolversi nell’ambito di cognizione ordinaria - Necessità.

Data di riferimento: 
30/06/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (1869/2016) – Composizione della crisi da sovraindebitamento e nozione di consumatore.

Cassazione civile, sez. I, 01/02/2016,  n. 1869 – Aldo Ceccherini, pres. – Massimo Ferro, rel.

COMPOSIZIONE DELLA CRISI DI SOVRAINDEBITAMENTO L. 27/1/2012 N. 3 — Piano del consumatore — Nozione di consumatore esercente l'attività di professionista e d'imprenditore — Natura dei debiti contratti. 

 

Data di riferimento: 
01/02/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione – Nomina, revoca e sostituzione del Curatore a seguito della riforma della legge fallimentare del 2006.

 

Cassazione Civile, Sez. I, 13 marzo 2015, n. 5094 – Pres. A. Ceccherini, Rel. M. Cristiano.

 

Fallimento – Curatore – Riforma della legge fallimentare del 2006 – Organo ausiliario della amministrazione della giustizia – Nomina e mantenimento dell’incarico - Interesse pubblico  superindividuale e non soggettivo –  Correlato interesse privatistico dei soli creditori.

 

Data di riferimento: 
13/03/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]