Art. 85 - Presupposti per l'accesso alla procedura., Liquidazione dell'attivo

Tribunale di Como – Procedura di liquidazione del patrimonio ex L. 3/2012: antergazione delle spese incontrate per la liquidazione di un bene ipotecato rispetto a quanto dovuto al creditore in ragione del suo diritto di poziorità.

Tribunale di Como, Prima Sezione Fallimenti, 18 dicembre 2019 – G. D. Alessandro Petronzi.

Sovraindebitamento - Procedura di liquidazione del patrimonio ex artt. 14 ter. L. 3/2012 – Concorsualità – Liquidazione di bene ipotecato – Riparto – Soddisfazione del creditore garantito – Applicazione dell’art. 111 ter L.F. - Antergazione delle spese prededucibili.

Data di riferimento: 
18/12/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Roma – La proposta di concordato con continuità che preveda un aumento di capitale ad opera di un terzo che gli consenta di acquisire il controllo sulla società non necessità dello svolgimento di una procedura competitiva.

Tribunale di Roma, Sez. Fallim., 05 agosto 2019 – Pres. Antonino La Malfa, Rel. Angela Coluccio, Giud. Maria Luisa De Rosa.

Proposta di concordato con continuità diretta  - Prospettiva - Aumento del capitale da parte di soggetto terzo - Acquisizione della posizione di controllo della società – Ammissibilità - Procedura competitiva ex art. 163 bis L.F. -  Necessità della previsione  - Esclusione  - Situazione non assimilabile alla cessione d'azienda.

Data di riferimento: 
05/08/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Mantova – Concordato preventivo con continuità aziendale e non necessità di nomina del liquidatore e del comitato dei creditori pur in presenza di consistenti attività liquidatorie.

Tribunale di Mantova, 20 Aprile 2017. Est. Laura De Simone.

Concordato preventivo con continuità aziendale – Qualificabilità - Nomina di liquidatore e del comitato dei creditori - Non necessità

Data di riferimento: 
20/04/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Roma – Concordato preventivo c.d. “misto”: disciplina applicabile. Presenza necessaria di un liquidatore.

 

Tribunale di Roma 22 aprile 2015 - Pres. Russo, Est. Miccio.

 

Piano concordatario c.d. “misto” –  Possibilità e liceità – Disciplina applicabile – Criteri della prevalenza o dell’integrazione – Applicazione congiunta in caso di compatibilità tra le discipline.

 

Concordato con cessione dei beni – Nomina del liquidatore – Necessità non ovviabile.

 

Data di riferimento: 
22/04/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]