Art. 165 - Azione revocatoria ordinaria.

Corte d'Appello di Venezia – Considerazioni in tema di revocatoria ordinaria (nello specifico promossa dal coniuge separato di un soggetto che aveva ceduto una serie di immobili pur essendo tenuto al mantenimento dei figli).

Corte d'Appello di Venezia, Sez. II civ., 22 marzo 2022 – Pres. Guido Santoro, Cons. Rel. Innocenza Vono, Cons. Dario Morsiani.

Azione revocatoria – Titolare di un credito litigioso – Atto di disposizione compiuto dal debitore - Esperimento di azione revocatoria ordinaria - Ammissibilità.

Data di riferimento: 
22/03/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Napoli – Fallimento di un contraente: azione di simulazione volta a far dichiarare l'inefficacia di un atto simulato che pregiudica i diritti dei creditori e prova mediante testimoni e presunzioni.

Tribunale di Napoli, Sez. VII civ., 11 marzo 2022 (data della pronuncia) – Giud. Livia De Gennaro.

Contraente poi fallito – Conclusione di un atto simulato – Dannosità per lui e per i suoi creditori – Curatore – Legittimazione all'esercizio di un'azione di simulazione – Prova che l'atto riveste tale carattere – Ammissibilità del ricorso a testimoni e presunzioni.

Data di riferimento: 
11/03/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (3771/2022) – Legittimazione del curatore di una società di persone ad agire in revocatoria anche contro gli atti di disposizione del socio illimitatamente responsabile.

Cassazione civile, sez. III, 07 Febbraio 2022, n. 3771. Pres. Sestini. Est. Cirillo.

Fallimento di società di persone e dei soci illimitatamente responsabili – Curatore del fallimento sociale - Esperimento di azione revocatoria contro gli atti del socio – Legittimazione – Fondamento.

Data di riferimento: 
07/02/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (40745/2021) – Improcedibilità dell’azione revocatoria ordinaria proposta contro il debitore già fallito - Solo il curatore può riassumere un giudizio a seguito dell’erronea dichiarazione di interruzione.

Cassazione civile, sez. III, 20 Dicembre 2021, n. 40745. Pres. Frasca. Est. Cirillo.

Azione revocatoria ordinaria proposta contro il debitore già fallito - Improcedibilità - Dichiarazione di interruzione del giudizio erronea - Soggetto legittimato alla riassunzione - Curatore fallimentare.

Data di riferimento: 
20/12/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (40872/2021) – Azione revocatoria in sede di amministrazione straordinaria ed assoggettamento a direzione unitaria di attrice e convenuta.

Corte di Cassazione., Sez. 1, 20 dicembre 2021, n. 40872, Pres. Scaldaferri, Est. Pazzi

Amministrazione straordinaria - Ex L. n. 95/979 - Azione revocatoria  - Direzione unitaria - Definizione.

Data di riferimento: 
20/12/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (36543/2021) – Fallimento e stato passivo: possibile impugnazione per prescrizione dei crediti tributari ammessi, da parte degli altri creditori interessati a prescindere dal giudice cui è riservato il relativo accertamento.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 24 novembre 2021, n. 36543 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Alberto Fichera.

Fallimento – Stato passivo – Creditore impugnante – Azioni volte ad escludere o postergare i crediti ammessi – Possibile esercizio – Fondamento.

Fallimento – Stato passivo – Crediti ammessi - Creditore impugnante – Eccezioni riservate al curatore – Eccezione di prescrizione in particolare – Proposizione possibile - Giudice speciale cui è riservato l'accertamento – Irrilevanza.

Data di riferimento: 
24/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (36033/2021) – Fallimento e rapporto tra l'azione di inefficacia ex art. 66, comma 1, L.F. e quella ex art. 2901 c.c.: deviazione quanto ad effetti, legittimazione e competenza. Onere della prova.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 22 novembre 2021, n. 36033 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Alberto Pazzi.

Fallimento - Azione di inefficacia ex art. 66 L.F. - Affinità e deviazione rispetto all'azione revocatoria ordinaria ex art. 2901 c.c. - Natura e presupposti specifici– Onere della prova gravante sul curatore.

Data di riferimento: 
22/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (28423/2021) – Presupposto dell'azione revocatoria ordinaria: consapevolezza del debitore alienante e del terzo che il negozio posto in essere avrebbe inciso in modo determinante sul patrimonio del primo.

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 15 ottobre 2021, n. 28423 – Pres. Roberta Vivaldi, Rel. Antonella Di Florio. 

Revocatoria ordinaria – Collusione tra debitore alienante e terzo acquirente – Presupposto non necessario – Rilevante lesione alla garanzia patrimoniale – C.d. “scientia damni” - Consapevolezza da parte di entrambi - Requisito necessario - Credito per cui è proposta l'azione - Conoscenza da parte del terzo – Conclusione di negozio a titolo oneroso anteriore al sorgere del credito – Sola ipotesi in cui è richiesta.

Data di riferimento: 
15/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (28426/2021) – Differenza tra revocatoria penale e revocatoria civilistica in quanto strumento di tutela patrimoniale rafforzata. Presupposto della condanna in solido al pagamento delle spese di giudizio.

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 15 ottobre 2021, n. 28426 – Pres. Roberta Vivaldi, Rel. Stefano Giaime Guizzi.

Atti a titolo gratuito compiuti dal colpevole dopo il reato - Revocatoria penale – Differenza rispetto a quella civilistica – Presupposi oggettivi e soggettivi – Sussistenza – Prova non richiesta – Fondamento – Forma di tutela patrimoniale rafforzata.

Spese di giudizio – Condanna in solido di più soccombenti – Presupposti necessari.

Data di riferimento: 
15/10/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte d'Appello di Ancona – Revocatoria ordinaria proposta dal curatore ai sensi dell'art. 2901 c.c.: necessario rispetto del termine quinquennale di prescrizione dalla stipula dell'atto e non anche di quello triennale di decadenza ex art. 69 bis L.F.

Corte d'Appello di Ancona, Sez. II civ., 25 settembre 2021 – Pres. Guido Federico, Cons. Rel. Filomena Ruta, Cons. Stefano Formiconi.

Fallimento – Revocatoria ordinaria e revocatoria fallimentare – Differente competenza e tempistica - Proponibilità dell'una e/o dell'altra da parte dal curatore – Azione ex art. 2901 c.c. - Assoggettabilità al termine di prescrizione di 5 anni dalla stipula dell'atto – Applicazione anche del termine triennale ex art. 69 bis L.F. - Esclusione.

Data di riferimento: 
25/09/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine