Art. 93. - Domanda di ammissione al passivo.

Corte di Cassazione (24794/2018) - Ammissione di un credito al passivo ed eccezione di inadempimento.

Corte di Cassazione, Sez. VI, sottosez. 1, 09 ottobre 2018 n. 24794 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Aldo Angelo Dolmetta

Fallimento - Credito per prestazioni – Istanza di insinuazione al passivo – G. D. - Esclusione per inadepimento – Fatti imputati al creditore – Necessaria precisazione -  Presupposto per la proposizione dell'opposizione.

Data di riferimento: 
09/10/2018

Tribunale di Milano – Liquidazione coatta bancaria: preclusione del controllo giurisdizionale, a seguito di opposizione da parte di un creditore concorrente, in merito all'ammissione al passivo di crediti chirografari o postergati.

Tribunale Ordinario di Milano, Sez. II civ., 04 ottobre 2018 – Pres. Rel. Filippo D'Aquino, Giud. Sergio Rossetti e Luca Giani.

Istituti bancari -  Liquidazione coatta amministrativa – Stato passivo – Creditore concorrente - Impugnazioni – Limiti -  Ammissione di crediti privilegiati - Terzi titolari di diritti reali su beni e strumenti finanziari - Impugnazioni consentite – Ammissione di crediti chirografari – Opposizione -  Inammissibilità.

Data di riferimento: 
04/10/2018

Tribunale di Mantova – Concordato liquidatorio: verifiche del tribunale in merito alla congruità dell'attestazione, al rispetto della percentuale minima di soddisfazione dei chirografari ed all'utilità assicurata ai creditori.

Tribunale di Mantova, 28 settembre 2018 – Pres. Rel. Andrea Gibelli, Giud. Marco Benatti e Francesca Arrigoni.

Concordato preventivo – Attestazione inidonea – Inammissibilità della proposta – Incidenza – Conseguente fallimento – Professionista attestatore – Insinuazione al passivo – Rigetto della domanda.

Data di riferimento: 
28/09/2018

Corte di Cassazione (23482/2018) – Esecuzione promossa dal Fondiario e procedura fallimentare. Intervento del curatore, distribuzione del ricavato, assegnazione in sede esecutiva di somme liquidate in prededuzione in sede fallimentare.

Cassazione civile, sez. III, 28 Settembre 2018, n. 23482. Pres. Franco De Stefano, rel. Augusto Tatangelo.

Principi di diritto applicabili all’azione esecutiva del creditore fondiario ex art. 41 T.U.B. in costanza di fallimento del debitore.

La Suprema Corte ha indicato i seguenti principi di diritto applicabili alla fattispecie concreta:

Data di riferimento: 
28/09/2018

Corte di Cassazione (23322/2018) - Fallimento del contribuente cui sia stata anteriormente irrogata una sanzione per la violazione di leggi tributarie: soddisfazione del relativo credito secondo le regole del concorso.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 27 settembre 2018 n. 23322 – Pres. Francesco Genovese, Rel. Maria Acierno.

Contribuente -  Violazione di leggi tributarie -  Irrogazione di una  sanzione – Successivo fallimento – Amministrazione finanziaria – Insinuazione al passivo del relativo credito – Concorso con gli altri creditori – Ammissibilità.

Data di riferimento: 
27/09/2018

Corte di Cassazione (23159/2018) - Fallimento e domanda tardive di insinuazione di crediti: obbligo anche per gli enti impositori del rispetto del termine annuale per proporre domande di insinuazione al passivo.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 26 settembre 2018 n. 23159 – Pres. Francesco A. Genovese, Rel. Eduardo Campese.

Fallimento – Enti impositori – Crediti per sanzioni amministrative - Stato passivo – Insinuazione tardiva – Decreto di esecutività – Termine annuale – Necessario rispetto – Domande ultratardive – Gistificazioni irrilevanti – Inammissibilità – Mancanza di giusta causa.

Data di riferimento: 
26/09/2018

Corte di Cassazione (22419/2018) - Fallimento: presupposto dell' opponibilità al fallimento del venditore di un contratto di cessione immobiliare.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ.- sottosez. 1, 13 settembre 2018 n. 22419 - Pres. Rosa Maria Di Virgilio, Rel. Andrea Scaldaferri.

Contratto di vendita immobiliare – Fallimento del venditore – Opponibilità – Prova – Nota di trascrizione -  Produzione in giudizio – Presupposto necessario.

Data di riferimento: 
13/09/2018

Corte di Cassazione (22420/2018) - Fallimento del concessionario: insinuazione al passivo in privilegio da parte dell'ente impositore di un credito per tributi riscossi e non riversati.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ., 13 settembre 2018 n. 22420 – Pres. Rosa Maria Di Virgilio, Rel. Andrea Scaldaferri.

Fallimento – Creditore -  Domanda di insinuazione al passivo – Ammontare e natura del credito – Onere della prova – Prova contraria – Onere ricadente sul curatore – Esclusione.

Data di riferimento: 
13/09/2018

Corte di Cassazione (22208/2018) Oneri degli istituti di credito e del curatore in sede di ammissione al passivo del credito.

Cassazione civile, sez. I, 12 Settembre 2018, n. 22208. Pres. Carlo De Chiara, rel. Albero Pazzi.

Insinuazione al passivo dell’istituto di credito - Onere di deposito degli estratti conto – Sussistenza. Onere del curatore di sollevare specifiche contestazioni in relazione a determinate poste – Sussistenza.

Data di riferimento: 
12/09/2018

Tribunale di Vicenza - Fallimento: in sede di insinuazione al passivo va riconosciuto il privilegio generale sui mobili, ex art. 2752 c.c., anche al credito della Regione per tassa automobilistica non pagata.

Tribunale di Vicenza,  Sez. I, 12 settembre 2018 – Pres. Gaetano Campo, Rel. Giorgio Piziali, Giud. Giuseppe Limitone.

Art. 2752 cod. civ.  - Contrasto tra rubrica e corpo della disposizione –  Regione – Mancata inclusione tra gli enti locali  -  Interpretazione secondo "logica" – Necessaria estensione - Fallimento – Stato passivo - Tassa automobilistica (c.d. bollo auto) – Tributo  regionale -  Privilegio generale sui mobili –  Riconoscibilità.

Data di riferimento: 
12/09/2018

Pagine