Tribunale di Brescia

Tribunale di Brescia – Concordato preventivo liquidatorio: presupposto richiesto per la sua risoluzione e decorrenza del termine di un anno per la proposizione del ricorso ex art. 186, terzo comma, L.F.

Tribunale Ordinario di Brescia, Sez. Fallimentare, 16 marzo 2020 – Pres. Simonetta Bruno, Rel. Alessandro Pernigotto, Giud. Gianluigi Canali.

Concordato liquidatorio – Istanza di risoluzione – Proposizione del ricorso – Termine di un anno - Decorrenza dall’ultimo “adempimento” previsto – Non tassatività dello stesso - Motivo principale.

Data di riferimento: 
16/03/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Necessaria sospensione del procedimento volto al riconoscimento dell'esdebitazione laddove risulti ancora pendente l'appello proposto dal fallito avverso la condanna inflittagli dal g.u.p. per bancarotta semplice.

Tribunale Ordinario di Brescia, Sez. IV civ., 18 dicembre 2019 - Pres. Simonetta Bruno, Rel. Stefano Franchioni, Giud. Gianluigi Canali.

Fallito persona fisica - Bancarotta semplice - Sentenza di condanna da parte del g.u.p. - Proposizione di appello avverso quella decisione - Giudizio pendente - Procedimento per il riconoscimento dell'esdebitazione -  Proposizione - Necessaria sospensione  fino a definizione del giudizio penale.

Data di riferimento: 
18/12/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Fallimento: revocabilità del pagamento effettuato in periodo sospetto da una società terza a favore di una creditrice della fallita con denaro da considersi proveniente dalla stessa fallita.

Tribunale Ordinario di Brescia, Sez. IV civ., 10 settembre 2019.

Fallimento - Società terza - Periodo sospetto - Pagamento effetuato per conto della società poi fallita - Utilizzo di denaro da considerarsi proveniente da quella - Atto estintivo da considersi anormale - Revocabilità.

Revocatoria fallimentare - Ipotesi contemplata dell'art. 67, primo comma, L.F. - Scientia decoctionis - Presunzione - Prova contraria gravante sul convenuto - Necessità di una "prova positiva".

Data di riferimento: 
10/09/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Revocatoria fallimentare di rimesse bancarie: modalità di calcolo a ritroso del periodo semestrale sospetto e determinazione dell'an e del quantum dell'importo revocabile.

Tribunale di Brescia, Sez. IV civ., 11 maggio 2019 – Giudice Alessandro Pernigotto.

Revocatoria fallimentare - Periodo semestrale sospetto - Dies a quo di decorrenza a ritroso – - Sentenza dichiarativa di fallimento -  Data di deposito in cancelleria -  Criterio cui dar corso  -Iscrizione  nel registro delle imprese – Irrilevanza a tale specifico fine – Nessun affidamento da tutelare.

Data di riferimento: 
11/05/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Crisi da sovraindebitamento: anche in sede di procedura ex art 14 L. 3/2012 il creditore che abbia pignorato il quinto dello stipendio del debitore subisce la falcidia dei propri crediti futuri.

Tribunale di Brescia, Sez. IV civile , 15 marzo 2019 -  Giudice Vincenza Agnese. 

Crisi da sovraindebitamento - Liquidazione dei beni - Debitore - Precedente cessione del quinto dello stipendio -  Apertura della procedura - Creditore pignorante - Falcidia dei crediti  non ancora sort - Effetto conseguente..

Data di riferimento: 
15/03/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Presupposto perchè sia riconosciuto rango privilegiato al credito derivante da inadempimento dell'obbligo restitutorio di un finanziamento erogato con il sostegno del Fondo di Garanzia PMI.

Tribunale di Brescia, Sez. IV civ., 26 luglio 2018 – Giud. Stefano Rosa

Sostegno pubblico alle imprese - Finanziamento erogato  - Credito restitutorio – Beneficiario ammesso a concordato preventivo -  Riconoscimento del privilegio ex art.  9, comma 5 del D Lgs. 123/1998 – Presupposto necessario – Natura chirografaria nel caso di mancata revoca.

Data di riferimento: 
26/07/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Proposta di concordato: inammissibilità della previsione di uno schema negoziale volto a raggiungere il medesimo risultato previsto dall'art. 163 bis L.F. senza fare ricorso a una procedura competitiva.

Tribunale di Brescia , 21 giugno 2018 – Giud. Angelina Augusta Baldissera.

Piano di concordato preventivo – Società conduttrice dell'azienda –  Offerta – Previsione -   Trasferimento in suo favore post omologa di quell'azienda – Mancato ricorso ad una normale  procedura di vendita - Schema negoziale complesso – Adozione - Conseguimento dello stesso risultato – Scopo – Evitare l'apertura di una procedura competitiva ex art. 163 bis L.F. – Ipotesi di elusione di norma imperativa – Inammissibilità della proposta.

Data di riferimento: 
21/06/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Esecuzione immediata delle statuizioni di condanna contenute nella sentenza pronunciata in primo grado all’esito del giudizio promosso ex art. 64 L.F., ancorché la sentenza non sia ancora passata in giudicato.

Tribunale di Brescia, 21 ottobre 2016 – dott.ssa Vincenza Agnese.

Fallimento – Inefficacia degli atti a titolo gratuito ex art. 64 L.F. – Sentenza costitutiva –  Rapporto di mera dipendenza tra le statuizioni condannatorie e la pronuncia di inefficacia dell’atto a titolo gratuito – Esecuzione – Ammissibilità.

Data di riferimento: 
21/10/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Fallimento: inapplicabilità dell’art. 72 quater L.F. in ipotesi di contratto di leasing già anteriormente risolto. Efficacia preclusiva del decreto di ammissione al passivo.

 

Tribunale di Brescia 02 agosto 2016 - Est. Del Porto.

 

Fallimento – Contratto di locazione finanziaria – Rapporto pendente -  Art. 72 quater L.F. – Disciplina dei diritti  – Contratto di leasing già risolto – Inapplicabilità.

 

Data di riferimento: 
02/08/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Brescia – Capacità processuale del fallito in ordine a rapporti personali e patrimoniali extra fallimentari. Non rilevabilità d’ufficio del difetto di legittimazione.

 

Tribunale di Brescia 13 aprile 2016 – Est. Canali.

 

Dichiarazione di fallimento – Rapporti incidenti sulla massa dei creditori - Incapacità processuale relativa del fallito -  Rapporti personali o patrimoniali extra fallimentari – Possibilità per il fallito di agire o resistere in causa.

 

Fallimento – Difetto di capacità processuale del fallito – Curatore – Legittimazione ad eccepire –Giudice - Irrilevabilità d’ufficio.

 

Data di riferimento: 
13/04/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine