Tribunale di Salerno

Tribunale di Salerno – Composizione negoziata: possibilità che la richiesta di misure protettive sia inizialmente indirizzata genericamente nei confronti di tutti i creditori; vaglio da svolgersi da parte del giudice in sede di conferma.

Tribunale di Salerno, Sez.III civ., 10 maggio 2022 – Giudice delegato Giorgio Jachia.

Composizione negoziata della crisi – Riconoscimento di misure protettive – Istanza generica indirizzata nei confronti di tutti i creditori – Ammissibilità – Possibilità che l'effetto venga successivamente circoscritto.

Composizione negoziata della crisi – Misure protettive – Riconoscimento - Ricorso volto alla loro conferma e modifica – Vaglio da eseguirsi da parte del giudice - Contenuto.

Data di riferimento: 
10/05/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Sovraindebitamento e piano del consumatore: la mancata considerazione della consistenza immobiliare, rappresentata in particolare dal valore dell'abitazione principale, comporta il rigetto del ricorso.

Tribunale di Salerno, 14 aprile 2022 (data della pronuncia) – Presidente di Sezione e Giudice delegato Giorgio Jachia.

Sovraindebitamento – Piano del consumatore – Incompletezza dell’apparato documentale – Omessa indicazione del patrimonio immobiliare – Mancata considerazione del valore dell'abitazione principale da parte dell'attestatore – Vantaggiosità dell'alternativa liquidatoria – Tribunale – Rigetto del ricorso.

Data di riferimento: 
14/04/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Composizione negoziata della crisi d'impresa: il ricorso volto alla conferma delle misure protettive richieste ai sensi dell'art. 6 del D.L. 118/2021 deve essere presentato al tribunale competente ai sensi dell'art. 9 L.F.

Tribunale di Salerno, Sez. III civ., 04 febbraio 2022 (data della pronuncia) – Giudice delegato Giorgio Jachia.

Composizione negoziata della crisi d'impresa – Misure protettive del patrimonio richieste ai sensi dell'art. 6 del D.L. 118/2021 – Ricorso da presentarsi per la loro conferma – Competenza alla decisione – Tribunale avanti al quale pende procedimento esecutivo – Insussistenza – Tribunale del luogo della sede principale dell’impresa – Sussistenza.

Data di riferimento: 
04/02/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Sovraindebitamento: possibilità che il tribunale, in sede di reclamo avverso il rigetto da parte del giudice di una proposta di accordo di composizione della crisi, la ritenga, laddove emendata, ammissibile.

Tribunale di Salerno, 20 novembre 2021 (data della pronuncia) – Pres. Est. Giorgio Iachia, Giud. Marina Mainenti e Rosaria Morrone.

Sovraindebitamento – Proposta di accordo di composizione della crisi - Rigetto da parte del giudice – Debitore – Reclamo – Integrazione della documentazione patrimoniale – Riferimento ad un contratto d'affitto d'azienda in precedenza sottaciuto – Eliminazione di una clausola di prelazione costituente atto in frode – Tribunale – Possibile ammissione del proponente alla procedura.

Data di riferimento: 
20/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Sovraindebitamento e liquidazione dei beni: l'avvio di quella procedura non preclude che l'azione di accertamento di un credito, intentata da un soggetto nei confronti di quello stesso debitore abbia a svolgersi.

Tribunale di Salerno,  Sez. Lavoro e Previdenza, 09 novembre 2021 – Giudice Luigi Barella.

Sovraidebitamento – Liquidazione del patrimonio – Azione di accertamento del credito – Improcedibilità – Esclusione.

Data di riferimento: 
09/11/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale d Salerno – Fallimento: reclamo ex art. 26 L.F. avverso i provvedimenti del G.D. e possibile sospensione degli stessi da parte del tribunale.

Tribunale di Salerno, Sez. III civ. - ufficio Fallimentare, 08 aprile 2021 (data della pronuncia).

Fallimento – Provvedimento del G.D – Sospensione in sede di reclamo ex art. 26 l.fall. – Ammissibilità - Fondamento.

Data di riferimento: 
08/04/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Sovraindebitamento: possibile ammissione dei Consorzi di Comuni alla procedura di liquidazione dei beni ex art. 14 ter e ss.gg. della L. 3/2012 e successive modificazioni.

Tribunale di Salerno, 24 luglio 2020 - Giudice Giorgio Jachia.

Sovraindebitamento – Consorzi di Comuni -  Accesso alla procedura di liquidazione del patrimonio – Ammissibilità – Fondamento.

Data di riferimento: 
24/07/2020
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Fallimento: esperimento dell'azione revocatoria ordinaria nei confronti di una società che, ancora in bonis, abbia ceduto a terzi un contratto di leasing volto all'acquisizione di un immobile.

Tribunale di Salerno, Sez. III civ., 10 aprile 2018 – Giudice Unico Roberto Ricciardi.

Fallimento – Società in bonis – Contratto di leasing – Cessione non onerosa - Danno per i creditori – Immobile di valore –  Mancata acquisizione alla massa - Pregiudizio arrecato ai creditori – Consapevolezza da parte del cedente – Curatore - Esperimento dell'azione revocatoria ordinaria -  Sussistenza dei presupposti necessari – Tribunale - Dichiarazione di inefficacia relativa.

Data di riferimento: 
10/04/2018
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Irrevocabilità della compensazione ancorché operata in periodo sospetto e presupposti per la revocabilità degli atti preparatori.

Tribunale di Salerno, 09 Gennaio 2017 - dott. Roberto Ricciardi, rel.

Fallimento – Azione revocatoria – Compensazione – Revocabilità – Esclusione

Fallimento – Compensazione – Atti preparatori – Revocabilità – Presupposti.

Data di riferimento: 
09/01/2017
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Salerno – Pagamenti effettuati nei termini d’uso: l’esenzione da revocatoria opera se vi è rispetto dei termini ed uso di mezzi normali.

Tribunale di Salerno, 3 febbraio 2015 – Pres. Russo.

 

Art. 67, comma 3, lett. a), l. fall. – Pagamenti effettuati nell’esercizio dell’attività d’impresa nei “termini d’uso” – Esenzione da revocatoria fallimentare – Rispetto dei termini contrattuali o legali – Uso di mezzi di pagamento ordinari.

 

Art. 67, comma 3, lett. a), l. fall. – Pagamenti effettuati nei “termini d’uso” – Termini pattizi – Prassi posticipatoria – Non costituisce uso contrattuale – Non opera l’esenzione da revocatoria fallimentare.

 

Data di riferimento: 
03/02/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine