revocatoria

Corte di Cassazione (36354/2022) – Domanda di concordato preventivo senza successiva apertura della procedura e retrodatazione del periodo sospetto ex art. 69 bis L. fall.

Cass., Sez. 1, 13 dicembre 2022, n. 36354, Pres. Ferro, Est. Abete

CONCORDATO PREVENTIVO - Successivo fallimento - Retrodatazione del periodo sospetto - Art. 69 bis, comma 2, L. fall. - Mancata ammissione alla procedura concordataria - Irrilevanza.

Data di riferimento: 
13/12/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (34391/2022) – Azione revocatoria proposta dal curatore avente ad oggetto un atto dispositivo compiuto da un debitore del fallito:conseguenze derivanti dal fallimento del convenuto in corso di causa.

Corte di Cassazione, Sez. III civ., 23 novembre 2022, n. 34391 – Pres. Danilo Sestini, Rel. Raffaele Rossi.

Fallimento - Atto di disposizione compiuto da un debitore del fallito - Curatore – Azione revocatoria – Promozione nei confronti di quello – Fallimento dello stesso in corso di lite – Subentro o meno nell'azione revocatoria da parte del curatore della nuova procedura - Effetti che ne conseguono nelle due ipotesi.

Data di riferimento: 
23/11/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Genova – Sovraindebitamento: inserimento nell'attivo in sede di liquidazione del patrimonio ex art. 14 ter L. 3/2012 di un immobile interessato ad una precedente cessione a terzi poi dichiarata inefficace.

Tribunale Ordinario di Genova, Sez. Fallimentare, 03 novembre 2022 (data della pronuncia) – Pres. Rel. Roberto Braccialini, Giud Cristina Tabacchi e Andrea Balba..

Sovraindebitamento – Liquidazione del patrimonio ex art. 14 ter L. 3/2012 – Immobile oggetto di una cessione a terzi poi dichiarata inefficace – Inserimento di quel bene nell'attivo – Atto costituente frode ai creditori – Esclusione – Fondamento.

Data di riferimento: 
03/11/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bologna - Fallimento: considerazioni in tema di esenzione da revocatoria in caso di pagamenti eseguiti dal soggetto poi fallito in conformità di un piano attestato.

Tribunale di Bologna, Sez. IV civ., 21 ottobre 2022 – Giudice Alessandra Mirabelli

Fallimento – Pagamenti eseguiti in conformità di un piano attestato – Evidente inidoneità dello stesso a consentire il risanamento dell'impresa in crisi – Riscontrabilità possibile - Esenzione da revocatoria prevista  dall'art. 67, terzo comma, lettera d) L.F. - Inoperatività di tale copertura – Inefficacia degli atti dispositivi posti in essere in periodo sospetto.

Data di riferimento: 
21/10/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Verona - Il credito del terzo che ha patito la revoca fallimentare non può ex art 70, comma 2, L.F. essere ammesso al passivo in prededuzione ma, nel rispetto della par condicio creditorum, deve essere considerato concorsuale.

Tribunale di Verona, 14 ottobre 2022 (data della pronuncia) – Giudice delegato Luigi Pagliuca.

Fallimento – Proposta di concordato fallimentare – Falcidia dei creditori privilegiati – Previsione - Accertamento da svolgersi dal giudice - Soddisfazione comunque non inferiore a quella fallimentare – Condizione da rispettarsi a fini di ammissibilità della proposta.

Data di riferimento: 
14/10/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Vicenza – Potere del G. D. di decidere della revocabilità ex art. 69 bis L.F. di una ipoteca giudiziale come da eccezione sollevata dal curatore in sede di progetto di stato passivo.

Tribunale di Vicenza, 20 settembre 2022 – Pres. Giuseppe Limitone, Rel. Paola Cazzola, Giud. Giovanni  Genovese.

Dichiarazione di inammissibilità di un concordato – Successiva dichiarazione di fallimento - Progetto di stato passivo – Istanza di riconoscimento di una ipoteca giudiziale – Iscrizione avvenuta nei sei mesi antecedenti alla pubblicazione della domanda di concordato – Revocabilità - Eccezione sollevata dal curatore, poi dallo stesso ritirata – Potere decisionale del giudice delegato – Fondamento.

Data di riferimento: 
20/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (27074/2022) – Irrevocabilità della rimessa effettuata dal terzo datore di pegno, con denaro proveniente dalla vendita del bene costituito in garanzia, nel conto corrente del debitore, poi fallito, senza rivalersi nei suoi confronti.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 14 settembre 2022, n. 27074 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Guido Mercolino.

Fallimento – Terzo datore di pegno – Vendita del bene costituito in garanzia – Versamento del ricavato nel di lui conto corrente – Non esercizio della rivalsa nei confronti del debitore garantito – Non suscettibilità di revoca di tale rimessa – Fondamento.

Data di riferimento: 
14/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (27070/2022) – Amministrazione straordinaria e azione revocatoria ex art. 67, comma 2, L.F. di pagamento: prova della conoscenza dello stato d'insolvenza mediante presunzioni.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 14 settembre 2022, n. 27070 – Pres. Magda Cristiano, Rel. Guido Mercolino.

Amministrazione straordinaria - Azione revocatoria di pagamento ex art. 67, comma 2, L.F. - Prova della scientia decoctionis da parte del terzo - Ricorso a presunzioni - Ammissibilità – Necessario riferimento allo specifico status del beneficiario.

Data di riferimento: 
14/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (26543/2022) – Qualora sia stata regolarmente notificata, anche la citazione in un giudizio successivamente estinto produce l'effetto dell'interruzione della prescrizione del diritto azionato.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - 3, 09 settembre 2022, n. 26543 – Pres. Enrico Scoditti, Rel. Paolo Porreca.

Azione revocatoria – Esperimento – Vizi afferenti la vocatio in ius - Giudizio estinto per tale motivo – Interruzione della prescrizione del diritto azionato – Effetto che comunque si produce – Fondamento - Mancato ottemperamento all'ordine di rinnovazione – Irrilevanza.

Data di riferimento: 
09/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Nocera Inferiore – Fallimento: presupposto perché la curatela possa richiedere la sospensione di un contratto di “rent to buy” di un'azienda che risulti in corso e rispetto al quale la società fallita rivesta la figura di concedente.

Tribunale di Nocera Inferiore, 06 settembre 2022 (data della pronuncia) – Giudice Delegato Bianca Manuela Longo.

Contratto di rent to buy in corso avente ad oggetto un'azienda – Fallimento del concedente – Curatela – Istanza di scioglimento - Presupposto perché ne risulti possibile la proposizione – Accordo interessante anche un immobile o un diritto reale immobiliare.

Data di riferimento: 
06/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine