Art. 111. - Ordine di distribuzione delle somme.

Corte di Cassazione (33719/2022) – In mancanza di una espressa previsione normativa va esclusa la nullità di un mutuo fondiario per superamento del limite di finanziabilità, come pure va escluso che il giudice possa riqualificarlo come mutuo ordinario.

Corte di Cassazione, Sez. Un., 16 novembre 2022, n. 33719 – Pres. Guido Raimondi, Rel. Antonio Pietro Lamorgese.

Mutuo fondiario – Superamento del limite di finanziabilità – Nullità del contratto – Conseguenza normativamente non prevista – Esclusione - Fondamento.

Mutuo fondiario – Superamento del limite di finanziabilità –  Contestazione della validità del contratto – Possibilità per il giudice di riqualificarlo d'ufficio come mutuo ordinario – Esclusione – Ragione sottostante.

Data di riferimento: 
16/11/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Verona - Il credito del terzo che ha patito la revoca fallimentare non può ex art 70, comma 2, L.F. essere ammesso al passivo in prededuzione ma, nel rispetto della par condicio creditorum, deve essere considerato concorsuale.

Tribunale di Verona, 14 ottobre 2022 (data della pronuncia) – Giudice delegato Luigi Pagliuca.

Fallimento – Proposta di concordato fallimentare – Falcidia dei creditori privilegiati – Previsione - Accertamento da svolgersi dal giudice - Soddisfazione comunque non inferiore a quella fallimentare – Condizione da rispettarsi a fini di ammissibilità della proposta.

Data di riferimento: 
14/10/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (27303/2022) – Fallimento: il credito per la restituzione dei finanziamenti pubblici alle imprese va considerato privilegiato anche se insorto in ragione della risoluzione per inadempimento dei sottostanti rapporti.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 16 settembre 2022, n. 27303 – Pres. Francesco A. Genovese, Rel. Luigi Abete.

Intervento di sostegno pubblico alle imprese - Risoluzione del rapporto per inadempimento da parte del beneficiario poi fallito – Credito per la restituzione – Insinuazione al passivo – Riconoscimento del privilegio ex art. 9, comma 5, D.Lgs. 123/1998 – Ammissibilità – Disposizione da interpretarsi in modo estensivo – Mancato riferimento alla stessa in contratto

 Irrilevanza.

Data di riferimento: 
16/09/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Reggio Emilia – Fallimento del datore di lavoro e opposizione allo stato passivo proposta da un dipendente-socio con riferimento al credito per mancato pagamento di retribuzioni: considerazioni in tema di prescrizione e postergazione.

Tribunale di Reggio Emilia, Sez. Fallimentare, 30 agosto 2022 (data della pronuncia) – Pres. Francesco Parisoli, Rel. Niccolò Stanzani Maserati, Giud. Damiano Dazzi.

Fallimento – Opposizione allo stato passivo – Prescrizione del credito insinuato - Eccezione del curatore sollevata solo in quella sede – Presupposto perché possa risultare improponibile – Progetto di stato passivo - Precedente implicita rinuncia.

Data di riferimento: 
30/08/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Catania – Laddove un immobile ipotecato sia stato venduto nell'ambito del concordato che ha preceduto il fallimento, il creditore garantito ha diritto di insinuarsi al passivo in privilegio sul ricavato non distribuito confluito nell'attivo.

Tribunale di  Catania, 27 luglio 2022 – Pres. Mariano Sciacca, Rel. Lucia De Bernardin.

Consecuzione tra concordato preventivo e fallimento – Vendita di un immobile ipotecario effettuata nel corso della prima procedura – Mancata distribuzione del ricavato e acquisizione dello stesso alla massa fallimentare – Creditore ipotecario – Diritto ad insinuarsi al passivo su detta somma in privilegio.

Data di riferimento: 
27/07/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (23447/2022) – Il pagamento diretto del subappaltatore da parte della stazione appaltante, ex art. 118, comma 3, D.Lgs. n. 163/2006, non può aver luogo in caso di fallimento dell’appaltatore.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 27 luglio 2022, n. 23477 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Paola Vella.

Contratto di appalto di opera pubblica – Fallimento dell'appaltatore – Compenso del subappaltatore – Pagamento diretto da parte della stazione appaltanteex art. 118, comma 3, D.Lgs. n. 163/2006 – Inammissibilità anche laddove previsto in sede di pattuizione - Ragione sottostante.

Data di riferimento: 
27/07/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Lecco – In sede di riparto non possono essere poste proporzionalmente a carico del creditore ipotecario, quali spese generali, anche le spese volte ad avvantaggiare solo i creditori chirografari e quelli assistiti da privilegio generale.

Tribunale di Lecco, 09 luglio 2022 (data della pronuncia) – Giudice delegato Edmondo Tota.

Fallimento – Ripartizione finale dell’attivo – Ricavato della liquidazione dei beni oggetto di ipoteca – Spese prededucibili di carattere generaleda non porsi a carico del creditore ipotecario - Ragione.

Data di riferimento: 
09/07/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Treviso – Composizione negoziata e accoglimento della richiesta della società interessata al risanamento a contrarre un finanziamento prededucibile: presupposti perché possa fare ricorso ad un nuovo prestito ponte.

Tribunale di Treviso, Sez. II civ., 08 luglio 2022 (data della pronuncia) – Giudice designato Bruno Casciarri.

Composizione negoziata – Società debitrice – Istanza di ricorso a finanziamento ponte prededucibile – Autorizzazione del giudice – Successiva richiesta volta a contrarre un nuovo finanziamento – Proponibilità - Presupposti perché possa trovare accoglimento.

Data di riferimento: 
08/07/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Bergamo – Composizione negoziata della crisi: verifiche da eseguirsi da parte del tribunale al fine dell'accoglimento dell'istanza dell'imprenditore di autorizzazione a contrarre finanziamenti prededucibili.

Tribunale Ordinario di Bergamo, Sez. II civ. - Proc. concors. e dell'esecuz. forzata, 05 luglio 2022 (data della pronuncia) – Giud. Angela Randazzo.

Composizione negoziata – Finanziamenti prededucibili ex art. 10 D.L. n. 118/2021 – Autorizzazione del tribunale a contrarli – Imprenditore – Istanza formulata per rendere possibile la continuità aziendale- Tribunale – Verifiche da eseguirsi al fine dell'accoglimento di tale richiesta.

Data di riferimento: 
05/07/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Treviso – Composizione negoziata della crisi: predisposizione da parte del debitore di un business plain aggiornato e formulazione da parte dello stesso di una richiesta di autorizzazione a contrarre un nuovo finanziamento.

Tribunale di Treviso, Sez. II civ., 20 giugno 2022 (data della pronuncia) – Giudice designato Bruno Casciarri.

Composizione negoziata della crisi – Debitore – Predisposizione di un business plan aggiornato – Autorizzazione a contrarre un nuovo finanziamento – Istanza formulata in relazione a quello – Giudice – Richiesta all'esperto di un parere e conferma della nomina dell'ausiliario – Iniziative necessarie – Finalità.

Data di riferimento: 
20/06/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine