Art. 163. - Ammissione alla procedura e proposte concorrenti., Tribunale di Padova

Tribunale di Padova – Proposta di concordato con continuità che preveda il trasferimento ad un offerente di quote di partecipazione societaria: necessità che il piano contempli lo svolgimento di una procedura competitiva.

Tribunale di Padova, 22 luglio 2019 – Pres. Rel. Maria Antonia Maiolino

Concordato preventivo con continuità – Trasferimento di quote di partecipazione societaria – Acquisizione da parte di società terza – Impegno a sottoscrivere un aumento del capitale sociale ed altro – Previsione dello svolgimento di una procedura competittiva – Condizione comunque necessaria.

Data di riferimento: 
22/07/2019
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Padova – Concordato preventivo: termine, da considerarsi perentorio, per il deposito da parte del proponente, ex art. 163, secondo comma, n. 4 L.F., delle somme necessarie allo svolgimento della procedura.

 

Tribunale di Padova, Sez. I civ., 31 marzo 2016 – Pres. Rel. Maiolino.

 

Concordato preventivo – Tribunale - Provvedimento di ammissione -  Somme necessarie allo svolgimento della procedura – Deposito necessario da parte del ricorrente - Fissazione di un termine – Improrogabilità.

 

Data di riferimento: 
31/03/2016
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Padova – Pagamento dell’acconto delle spese di procedura concordataria con somme messe a disposizione dal terzo: condizione di prededucibilità di tale finanziamento.

 

Tribunale di Padova 12 novembre 2015 – Pres. Maiolino, Rel. Sabino.

 

Concordato preventivo – Spese di procedura -  Versamento dell’acconto – Finanziamento del terzo – Condizione di prededucibilità.

 

Data di riferimento: 
12/11/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Padova – Revoca del concordato per mancato adeguato inserimento nel fondo rischi di una pretesa erariale.

 

Tribunale di Padova 17 settembre 2015 - Pres. Est. Maiolino.

 

Concordato preventivo – Pretesa erariale – Mancato inserimento quale posta passiva- Non adeguata previsione nel fondo rischi – Revoca dell’ammissione.

 

Data di riferimento: 
17/09/2015
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]