Corte di Cassazione (11695/2018) – Ipotesi di responsabilità della banca che finanzi un'impresa insolvente e ne ritardi perciò il fallimento per concessione abusiva di credito.

Versione stampabileVersione stampabile
Data di riferimento: 
14/05/2018

Cassazione civile, sez. I, 14 Maggio 2018, n. 11695. Pres. Annamaria Ambrosio, rel. Marco Marulli.

Abusiva concessione di credito ad imprenditore in stato di insolvenza - Azione da illecito aquiliano nei confronti del finanziatore (banca) per il risarcimento del danno causato ai creditori - Responsabilità nei confronti dei terzi che abbiano confidato sulla solvibilità dell’imprenditore - Sussistenza - Condizioni

In tema di concessione abusiva di credito, sussiste la responsabilità della banca, che finanzi un'impresa insolvente e ne ritardi perciò il fallimento, nei confronti dei terzi che, in ragione di ciò, abbiano confidato nella sua solvibilità ed abbiano continuato ad intrattenere rapporti contrattuali con essa, allorché sia provato che i terzi non fossero a conoscenza dello stato di insolvenza e che tale mancanza di conoscenza non fosse imputabile a colpa. (massima ufficiale)

http://mobile.ilcaso.it/sentenze/ultime/20007

Uffici Giudiziari: 
Concetti di diritto fallimentare: