prova

Corte d'Appello di Venezia – Considerazioni in tema di revocatoria ordinaria (nello specifico promossa dal coniuge separato di un soggetto che aveva ceduto una serie di immobili pur essendo tenuto al mantenimento dei figli).

Corte d'Appello di Venezia, Sez. II civ., 22 marzo 2022 – Pres. Guido Santoro, Cons. Rel. Innocenza Vono, Cons. Dario Morsiani.

Azione revocatoria – Titolare di un credito litigioso – Atto di disposizione compiuto dal debitore - Esperimento di azione revocatoria ordinaria - Ammissibilità.

Data di riferimento: 
22/03/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Ferrara – L'imprenditore in liquidazione che non provi che sussista una ragionevole possibilità di risanamento della sua azienda non può accedere alla procedura di composizione negoziata della crisi.

Tribunale Ordinario di Ferrara, Sez. Volontaria Giurisdizione, 21 marzo 2022 (data della pronuncia) – Giudice Anna Ghedini.

Composizione negoziata delle crisi – Impresa in liquidazione - Ricorso volto all'accesso a quella procedura - Istanza di conferma delle misure protettive – Mancata dimostrazione della possibilità di un risanamento e della sussistenza dei presupposti per la revoca della liquidazione – Rigetto della domanda.

Data di riferimento: 
21/03/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (7087/2022) – Prova dello stato di insolvenza delle società che non sono in liquidazione.

Cass., Sez. 1, 3 marzo 2022, n. 7087, Pres. Cristiano, Est. Vella

Stato di insolvenza di società non in liquidazione – Criteri di accertamento – Irrilevanza del rapporto tra attività e passività – Impotenza strutturale e non soltanto transitoria a soddisfare con mezzi normali le proprie obbligazioni – Necessità.

Data di riferimento: 
03/03/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Mantova – Presupposto perché un soggetto sovraindebitatato, in possesso del solo reddito da lavoro dipendente, possa accedere al beneficio dell'esdebitazione del debitore incapiente.

Tribunale di Mantova, Ufficio fallimenti, 22 febbraio 2022 – Giudice Delegato Mauro P. Bernardi.

Sovraindebitamento – Debitore incapiente – Esdebitazione - Ammissione al beneficio – Art. 14 quaterdecies, secondo comma, L. 3/2012 – Limite di reddito massimo da possedere – Criterio discretivo.

Data di riferimento: 
22/02/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (5128/2022) – Fallimento e opposizione allo stato passivo da parte del sindaco della società: oneri probatori.

Corte di Cassazione, Sez. I civ., 16 febbraio 2022, n. 5128 – Pres. Andrea Scaldaferri, Rel. Roberto Amatore.

Fallimento – Soggetto già sindaco della società fallita – Insinuazione al passivo di un suo credito – Giudice delegato – Rigetto dell'istanza per inadempimento – Sede di opposizione – Eccezione sollevata nello stesso senso dal curatore - Avvenuto adempimento delle prestazioni cui era tenuto – Onere probatorio gravante sull'opponente – Prova non fornita – Rigetto dell'opposizione.

Data di riferimento: 
16/02/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Napoli – Considerazioni in merito all'azione di responsabilità che il curatore può esperire nei confronti degli ex amministratori della società fallita, in particolare per aver antecedentemente effettuato pagamenti preferenziali.

Tribunale di Napoli, Sez. Spec. in Materia D'Impresa, 01 febbraio 2022 – Pres. Caterina di Martino,  Rel. Adriano Del Bene, Giud. Francesca Reale.

Fallimento – Curatore - Azione di responsabilità in particolare nei confronti di amministratori e sindaci - Natura inscindibile e unitaria – Tutela esperibile a vantaggio della società e dei creditori  - Cumulabilità – Necessario rispetto di regole comunque difformi.

Data di riferimento: 
01/02/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (1649//2022) – Insinuazione al passivo del credito di un lavoratore: limiti della prova costituita dalle buste paga.

Cass., Sez. 1, 19 gennaio 2022, n. 1649, Pres. Genovese, Est. Falabella

Lavoratore dipendente – Insinuazione al passivo -  Prova del credito – Utilizzazione delle buste paga – Ammissibilità – Facoltà per il curatore di contestarne le risultanze.

Data di riferimento: 
19/01/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Cremona – Sovraindebitamento e liquidazione dei beni: la pronuncia di improseguibilità di una espropriazione forzata pendente richiede che la procedura ex art. 14 ter L. 3/2012 sia stata regolarmente avviata.

Tribunale di Cremona, Sez. Esecuzioni immobiliari, 12 gennaio 2022 (data della pronuncia) – Giudice dell'Esecuzione Nunzia Corini.

Sovraindebitamento – Liquidazione dei beni – Liquidatore - Istanza di dichiarazione di improcedibilità di una espropriazione forzata pendente – Mancanza della documentazione necessaria – Giudice dell'esecuzione – Pronuncia per intanto della sospensione del processo esecutivo - Invito al liquidatore ad ovviare a tale difetto e ai creditori ad assentire alla declaratoria di improseguibilità.

Data di riferimento: 
12/01/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Corte di Cassazione (394/2022) – Imposte sui redditi di impresa fallita e onere della prova della deducibilità di costi ricadente sul curatore: inutilizzabilità a tal fine delle risultanze delle scritture contabili.

Corte di Cassazione, Sez. VI civ. - Sottosez. 5,  10 gennaio 2022, n. 394 – Pres. Antonio Francesco Esposito, Rel. Loirenzo Delli Priscoli.

Fallimento - Accertamento dell'imposta sul reddito – Deducibilità di costi dall'imponibile - Onere della prova gravante sul curatore –  Scritture contabili - Annotazioni nel libro giornale – Inutilizzabilità – Fondamento.

Data di riferimento: 
10/01/2022
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Tribunale di Parma – Va considerato imprenditore commerciale assoggettabile a fallimento chi svolga attività anche agricole a favore di terzi se non prova che risulta connessa a quella agricola da lui svolta in via principale.

Tribunale di Parma, 30 dicembre 2021 (data della pronuncia) – Pres. Antonella Ioffredi, Rel. Enrico Vernizzi, Giud. Irene Colladet.

Fallimento – Impresa che svolga attività anche agricole a favore di terzi – Non svolgimento in proprio di attività agricole – Attività da considerarsi non connesse a quella principale – Considerazione quale commerciale - Fallibilità.

Data di riferimento: 
30/12/2021
[Questo provvedimento si riferisce alla Legge Fallimentare]

Pagine